RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

VIRUS CONCERTI @ ISOLA DELLA MUSICA 2011 foto

Più informazioni su

Mellow Mood

Anche quest’anno si svolgerà all’interno della cornice del Parco dei Molini in centro a Pasiano di Pordenone l’attesissima terza edizione dell’ Isola della Musica, una quattro giorni all’insegna di musica e divertimento, che si preannuncia ancora più aggressiva ed entusiasmante, con grossi nomi del panorama musicale indipendente alternati a giovani artisti emergenti della scena locale.

Rispetto alle edizioni precedenti, le serate, introdotte da un vero e proprio opening party previsto il 2 agosto, daranno vita ad un’ esplosione di concerti ai massimi livelli e saranno dominate dalle performance di artisti provenienti dal roster di Virus Concerti: Rumatera, Mellow Mood, The Panicles, Captain Mantell, Aucan.

Mercoledì 3 agosto si parte con i Rumatera, i mitici “tosi de campagna”, che stanno spopolando le piazze di tutto il Veneto e non solo, con le loro melodie scanzonate, accompagnate da testi in dialetto veneto, la stessa lingua parlata tutti i giorni dai ragazzi della regione che contribuiscono a rendere più vero e credibile il messaggio dei Rumatera sia in Veneto che fuori dai confini regionali. I Rumatera sono senza dubbio un fenomeno musicale di grande successo, rappresentando una valida alternativa ai moltissimi gruppi “clone” e ai gruppi costruiti a tavolino, sicuri di attrarre l’attenzione dei ragazzi dallo stile più “street” e “rock and roll” che non si sentono rappresentati dai modelli musicali proposti dalle majors. Il loro ultimo lavoro discografico “La Grande V”, vanta la presenza del Trio Medusa, da anni grandi sostenitori dei “tosi de campagna”, che per l’occasione ha ricantato “Sol bareoto del Mas-cio” (già contenuta nell’album 71 gradi) in dialetto veneto con l’accento romano.

Giovedì 4 agosto si potranno ascoltare dal vivo la band pordenonese The Panicles, prima del loro ritorno allo STUDIO 2 degli Abbey Road Studios di Londra in cui stanno finendo di ultimare le registrazioni del loro album di debutto. Le uniche anticipazioni, in attesa della pubblicazione di questo doppio album d’esordio, uno in italiano ed uno in inglese, riguardano la scelta stilistica del trio che ha voluto cimentarsi con un full live, senza operare grandi editing, lasciando volontariamente delle sbavature qua e là. Per la serata, il trio pordenonese proporrà brani tratti dall’ Ep auto prodotto “In Denmark” (più di 2.000 copie vendute) e nuovi inediti, in anticipazione del loro prossimo lavoro discografico, alternando canzoni in italiano ed inglese, rigorosamente in puro stile rock.

Captain Mantell

A chiuderela serata di giovedì, la reggae band pordenonese per eccellenza, i MellowMood, che vantano anni di intensa attività live sia in Italia che in Europa, dove sono arrivati a toccare i più grossi raduni reggae del vecchiocontinente, (uno su tutti Rototom Sunsplash, A Benicassim Spagna il piùgrosso festival Reggae Europeo), e una serie di interessanti collaborazioni efeaturing con gruppi quali Africa Unite e Tre Allegri Ragazzi Morti. Almomento la band è impegnata in un lungo tour estivo, tra Italia e Spagna,nonchè nella realizzazione del video del singolo “Inna Jail”, che anticiperà lapubblicazione del nuovo album prevista per l’autunno, prodotto da Paolo Baldinidegli Africa Unite.

Venerdì 5 agosto sarà il turno degli Aucan, la band bergamasca, che di recente è stata impegnata in una lunga tourneé tra Europa e Stati Uniti, per la promozione del loro nuovo album “Black Rainbow”, uscito in Italia il 7 febbraio scorso, per LA TEMPESTA International. “Black Rainbow”, loro terzo disco, è stato prodotto, registrato e mixato da Giovanni Ferliga e masterizzato da Matt Colton (già al lavoro con i Depeche Mode, James Blake, Aphex Twin), agli AIR studios di Londra, e promette di essere un lavoro innovativo sia dal punto di vista dei suoni che dell’approccio compositivo in cui hanno unito l’attitudine di una rock band al sound delle più recenti produzioni elettroniche inglesi.

AUCAN

Infine l’electro-power-trio-veneto dei Captain Mantell traghetteranno l’ascoltatore fino alla fine di questa avventura musicale con atmosfere a metà tra “la Terra e lo Spazio”. Ormai infatti sono in pochi a non sapere che il progetto Captain Mantell trae origine dall’omonimia esistente tra il cantante dello space trio (Tommaso Mantelli) ed il primo pilota a morire inseguendo un UFO, il Capitano Thomas Mantell. I Captain Mantell oltre ai successi passati, presenteranno al pubblico dell’Isola della Musica il singolo “Before We Perish” che anticipa e annuncia “Ground Lift”, il loro terzo album, previsto per ottobre 2011 (Hypotron/IRMA records) che chiude una trilogia tematica che riguarda essenzialmente il viaggio immaginato dello stesso sfortunato pilota.

Info:

www.myspace.com/aucan

www.myspace.com/captainmantell

www.rumatera.com

www.myspace.com/themellowmood

www.myspace.com/thepanicles

The Panicles

Rumatera

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.