RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Meteo Roma Previsioni Sabato 3 dicembre 2016

Più informazioni su

Meteo Roma. L’attuale situazione meteorologica vede l’Italia al centro di due fronti climatici opposti, una potente figura anticiclonica azzorriana ad ovest e un importante serbatoio di aria fredda ad est che si spinge fin sui Balcani. Lo scontro, o per meglio dire il contatto di due masse d’aria cosi differenti sta causando proprio in queste ore la formazione di nuvolosità medio-alta, per lo più innocua, che avrà l’effetto di sporcare il cielo anche nei prossimi giorni. Le temperature minime faticheranno dunque a scendere nelle ore notturne (attestandosi cosi sui 7-9°c), mentre le massime di conseguenza non saranno molto elevate (10-14°c).

Meteo Roma Previsioni meteorologiche sabato 3 dicembre 2016

Focus Roma: Cielo moderatamente nuvoloso al mattino. Nel pomeriggio/sera lieve peggioramento delle condizioni meteorologiche, con la possibilità di isolati piovaschi.  Le temperature saranno in aumento nei valori minimi, mentre si manterranno pressochè stazionarie nei massimi (estremi previsti: 8-15°c).

meteo roma previsioni

meteo roma previsioni

Meteo Roma Previsioni meteorologiche Regione Lazio

Anche sul resto della regione condizioni di tempo tutto sommato stabile al mattino.  Lieve peggioramento nel pomeriggio, con possibili piovaschi specialmente lungo le coste. Le temperature saranno in aumento nei valorimi minimi e stazionarie nei massimi.

Meteo Roma Situazione

Giovedì, primo dicembre 2016, siamo entrati finalmente in quello che in meteorologia viene definito “inverno meteorologico”. Infatti, mentre il nostro calendario individua con l’equinozio d’inverno (21 dicembre) l’ingresso della stagione fredda, in meteorologia si considera “inverno” quel lasso di tempo che va dal 01 dicembre al 01 di marzo. Siamo dunque ormai giunti al terzo giorno della stagione invernale 2016-2017, ma dell’inverno vero e proprio ancora non c’è traccia.

Un assaggio di freddo c’è stato nei giorni scorsi, proprio tra la fine di novembre e il primo di dicembre, ma ha ben presto lasciato spazio ad un graduale rialzo delle temperature associato ad un aumento dei valori pressori sulla nostra penisola, per colpa di un anticiclone Azzorriano un po troppo “invadente”.

Di neve ne è caduta veramente poca, sia lungo l’arco Alpino che lungo tutta la catena appenninica centrale rendendo cosi difficile (se non fosse per l’innevamento artificiale) l’apertura degli impianti.

La situazione al momento non sembra volersi sbloccare, anzi nei prossimi giorni lentamente l’alta pressione si dirigerà verso l’Europa centrale, respingendo cosi ad est il freddo e lasciando di conseguenza secco di pioggia, freddo e neve l’intera penisola.

Qualche timido segnale di cambiamento sembra palesarsi solamente dal 10 del mese, anche se le incognite rimangono ancora molte a causa di un vortice polare in graduale ripresa e di un flusso Atlantico in rinforzo alle medio-alte latitudini, il quale spingerà le fasce anticicloniche ad inclinarsi verso il Mediterraneo centrale Italia compresa.

Vi invitiamo dunque a rimanere aggiornati, sperando in qualche segnale di ripresa della stagione invernale.

Meteo centro Italia/ www.meteocentroitalia.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.