RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Fai di te stesso un brand: recensione del libro

Più informazioni su

Fai di te stesso un brand è il libro sul Personal Branding e la cura della propria identità digitale scritto da Riccardo Scandellari, giornalista e volto notissimo della Rete che lavora. Edito da Flaccovio, inaugura la collana Web Book davvero con i fuochi artificiali.

Il libro, infatti, è una summa della professionalità quotidiana dell’autore, esperto nella creazione dei contenuti e della cura della visibilità online di singoli e aziende, anche grosse corporation. Insomma, si tratta di un’opera di qualcuno che quotidianamente si trova ad affrontare le problematiche della reputazione online, soprattutto dal punto di vista del Marketing e non di un polveroso tomo accademico.

Fai di te stesso un brand: libro per chiunque usi la Rete per lavoro

Al contempo, la vera forza di Riccardo Scandellari è quella di non abbandonarsi a un linguaggio roboante, al “potenziamento” di un’immagine che in Rete potrebbe essere distorta. L’unico vero upgrade proposto è la trasposizione dei propri valori (professionali o aziendali) nelle modalità e nelle tempistiche giuste del canale Web.

 

Anzi, il tono asciutto e semplice permette a qualsivoglia piccolo professionista di andare ben oltre la “grancassa di Internet” e quindi alla proposta chiara delle proprie soluzioni, e/o a come comportarsi online senza scadere nella netiquette banale.

Insomma, nonostante la matrice dell’autore e dei collaboratori intervenuti sia chiaramente la provenienza dal mondo del Marketing Digitale, il libro ha un bacino di lettori ampio.

Gli strumenti del Personal Branding

 Fai di te stesso un brand ha come sottotitolo “Personal Branding e reputazione online“. Per chi non mastica il Web, una piccola spiegazione: si intende, in soldoni, la propria marca personale, ovvero l’insieme dei valori per i quali si è percepiti ovvero per quelli che si fanno vedere online.

I consigli dati da Riccardo Scandellari vanno oltre il consueto: “se sei un medico, non farti le foto su Facebook mentre sei brillo a una festa fra amici” ma danno gli strumenti conoscitivi e cognitivi per utilizzare i canali sociali, soprattutto, per trasmettere professionalità e competenza.

Un libro, per l’appunto, professionale e competente ma al contempo non affatto pesante da leggere.

Consigliato per: tutti quelli che vogliono essere consapevoli della propria presenza online.

Benedetto Motisi

Più informazioni su