Quantcast

Fdi boccia linee programmatiche della Bonaccorsi

Più informazioni su

Fdi boccia linee programmatiche della Bonaccorsi, manca progettualità –

Il Consiglio del I Municipio, nella seduta di ieri, ha discusso e votato le linee programmatiche della Presidente Bonaccorsi (nella foto) per gli anni 2021/2026.

“Pur riscontrando discontinuità nel metodo rispetto alla precedente Presidente fortemente ideologica e il dichiarato proposito di aprirsi ai contributi che potranno venire dal Consiglio, troviamo il documento generico e poco incisivo su tanti aspetti”, affermano in una nota i consiglieri di Fratelli d’Italia in I Municipio.

“Primo fra tutti quello della sicurezza, problema reale in tanti rioni del I Municipio – basti pensare ad Esquilino solo per citarne uno – che non trova, ad avviso di Fratelli d’Italia, una presa di posizione concreta ed una progettualità descritta nello specifico. Manca altresì una presa di posizione chiara per una rivisitazione totale di tutti i PMO (piani di massima occupabilità), che riconosca la peculiarità di ogni rione del nostro territorio – ciascuno diverso per tessuto sociale, urbanistico, viabilità, attrattori turistici, ecc – e la necessità che le regolamentazioni non possono e non devono essere calate dall’alto in maniera indistinta”.

“Anche sul tema della pulizia e dello spazzamento delle strade gli impegni sono generici e non vengono indicate le priorità d’intervento per quei quadranti dove situazioni di degrado sono presenti, sempre le stesse, ogni giorno”.

“Avremmo voluto anche un riscontro più preciso sulla richiesta di nuovo personale, problema presente in tanti municipi, ma che sul territorio del centro storico è particolarmente evidente”, precisano i consiglieri, “in particolare, sul potenziamento dell’ufficio anagrafico della sede del Trionfale e sull’implementazione del personale all’ufficio commercio della sede di Via Petroselli, riteniamo si debba agire subito con una riorganizzazione e un’ottimizzazione del personale presente, per l’emergenza attuale, per poi procedere con ricerca di personale esterno appositamente rivolto a questi due uffici”.

Più informazioni su