RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Marsela (CasaPound): “Situazione Ostia responsabilità soprattutto della politica”

Roma – Luca Marsella, consigliere di CasaPound al X Municipio di Roma, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta da Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti, su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Sugli sgomberi a Roma

“Una ragazza di 28 anni italiana con due bambini, di cui uno disabile, è stata sfrattata con la forza –ha raccontato Marsella-. Da consigliere ho cercato di parlare almeno con i servizi sociali, ma mi hanno addirittura minacciato di ammanettarmi e portarmi via. Dopodichè siamo andati ad occupare il municipio per aiutare questa persona a trovare una soluzione che però non è arrivata. Il motivo dello sfratto è che la ragazza non era regolare, però buttare in mezzo alla strada questa donna per dare la casa agli stranieri, che sono sempre primi in graduatoria, è chiaro che si creano anche tensioni sociali. La soluzione a lungo termine è un piano casa nazionale, noi proponiamo da anni il mutuo sociale. Va rivista tutta la situazione delle case popolari di Roma. A Roma c’è stata una situazione molto grave sugli alloggi, c’è stato il predominio dei palazzinari, la speculazione edilizia. La situazione ora va gestita in un altro modo. La legalità è importante, però viene prima il principio di giustizia. Quella donna aveva diritto ad una casa anche se non riusciva a pagare l’affitto, è chiaro che la situazione non può essere occupare l’appartamento, ma la politica non può mandare le forze dell’ordine a cacciare una madre con due bambini di cui uno disabile”.

Sulla situazione sociale

“C’è tanta povertà, tanti italiani che non vengono aiutati da nessuno. Noi ad Ostia aiutiamo 300 famiglie italiane, con un pacco di spesa che consegniamo ogni mese. Queste persone vengono abbandonati, in quartieri dove la politica non entra e ha fatto solo danni. Se si lasciano quartieri allo sbando e situazioni di degrado, è chiaro che entrano in gioco la criminalità e altri meccanismi. Il X Municipio è stato commissariato per mafia perché l’ex presidente del PD faceva affari con le cooperative di mafia capitale, quindi le responsabilità della politica ci sono sempre. Oggi c’è un distacco sociale da questi problemi, la politica non c’entra più. Nel quartiere di Nuova Ostia forse l’ultimo politico che c’è entrato è stato Rutelli che ha realizzato un parco per i bambini”.

 

Sulle iniziative di CasaPound contro gli abusivi sulle spiagge e non sulle concessioni demaniali ad Ostia

“Noi affrontiamo entrambi i piani –ha affermato Marsella-. Quella sulle spiaggia è stata un’azione a tutela dei commercianti che vengono tartassati con tasse e multe, quando fuori dai loro negozi avviene di tutto. Anche sulle concessioni demaniali ci siamo impegnati, ma queste iniziative hanno meno risalto a livello mediatico”.