RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Primavalle. Mercato Sant’Igino Papa: la prima tranche dei lavori volge al termine

Più informazioni su

Mercato Sant’Igino Papa. La prima tranche dei lavori presso il Mercato di Sant’Igino Papa volge al termine.

“Con questo intervento iniziale, fortemente voluto dall’Amministrazione Municipale in accordo con la volontà della Sindaca di riqualificare i mercati storici di Roma, abbiamo stanziato 300.000 euro per la messa in sicurezza della struttura e la messa a norma degli impianti idrici, elettrici e antincendio, la sistemazione dei bagni e di parte della pavimentazione” lo scrive sulla Facebook la Giunta del XIV Municipio.

“Potrebbe essere quindi fonte di grande stupore da parte nostra, venire a conoscenza di una fantomatica raccolta firme organizzata da alcuni cittadini per “salvare il mercato”; ma poichè conosciamo ormai bene la strumentalizzazione politica che si nasconde dietro a molte iniziative apparentemente popolari, cogliamo l’occasione fornita dai “rumors” per ribadire alcuni concetti importanti in merito a questa vicenda.

Prima del nostro insediamento il mercato di Primavalle versava in una “situazione di degrado sia materiale, dovuto alla scarsa manutenzione delle strutture e degli arredi, che sociale, a seguito della sottoutilizzazione a fini commerciali e quindi della scarsa frequentazione da parte degli abitanti del quartiere”; con queste parole la passata amministrazione, in una direttiva di Giunta del novembre 2014, descriveva lo stato di fatto del mercato e affidava direttamente ad un’associazione 5.000 euro per la riqualificazione degli spazi e la realizzazione di un evento culturale con competizione letteraria, concerti live, proiezione di documentari sulla storia passata e presente del mercato stesso, iniziativa da realizzarsi nel periodo gennaio – aprile 2015.

La soluzione portata avanti dalla scorsa consiliatura, che si evince dalla memoria di giunta dell’aprile 2015, prevedeva lo stralcio del mercato dai futuri bandi di assegnazione dei posteggi vuoti, come da immagine allegata; nel mercato sarebbero dunque rimasti solamente 6 esercizi.

Ribadiamo: 5.000 euro contro i 300.000 stanziati dalla attuale Giunta per lavori iniziali di messa a norma; eppure non ci risulta siano state lanciate all’epoca petizioni per salvare il mercato. Forse lo si era dato per insalvabile, chissà, dal momento che versava in uno stato di totale abbandono e spopolamento, eccezion fatta per i numerosi uccelli e i loro escrementi.

Tra pochi giorni invece non solo i cittadini potranno recarsi in una struttura con impianti idrici, elettrici ed antincendio a norma, con bagni sistemati e accessibili a tutti e parte della pavimentazione rinnovata, ma anche gli operatori potranno condurre i loro esercizi in un ambiente più dignitoso, senza aver dovuto chiudere le attività durante i lavori, cosa che essi stessi avevano fortemente richiesto all’amministrazione per evitare ulteriori aggravi economici.

Come in tutti i lavori, ci sono state delle criticità e dei disagi sia per i cittadini che per gli esercenti e di questo ci scusiamo: i lavori che dovevano concludersi a fine dicembre ancora sono in corso dopo una proroga concessa dal Municipio e sembra ci siano stati anche dei problemi con polveri e rumori generati dal cantiere, anche se fino a pochi giorni fa non avevamo comunicazioni ufficiali in merito.

Finalmente dopo decenni di attese, illusioni e promesse da campagna elettorale, operatori e cittadini hanno potuto assistere (senza strombazzamenti) all’avvio dei lavori di messa a norma del mercato, nel maggio 2018, dopo la progettazione avviata dalla nuova amministrazione insieme ai cittadini che hanno voluto parteciparvi.

L’obiettivo è quello di realizzare una nuova idea di mercato: un mercato delle merci, a Km 0, con la riapertura dei posteggi ormai abbandonati (da far rivivere attraverso attività commerciali moderne e banchi dei vecchi mestieri perduti), e nello stesso tempo un mercato innovativo, con spazi espositivi, nuovi stand, spazi comuni, WiFi gratuito e una postazione distaccata dell’ufficio anagrafico municipale, che diventi un luogo di aggregazione e punto di incontro di cui tanto necessita il quartiere di Primavalle.

Per dovere di informazione comunichiamo che la seconda parte dei lavori, la vera risistemazione del mercato, che vede stanziata la cifra di 1.000.000 di euro, sta seguendo il suo iter e affideremo i lavori entro la fine dell’anno; maggiori dettagli si conosceranno non appena uscirà il bando.

Concludendo, vogliamo ribadire laddove ce ne fosse ulteriore bisogno, la ferma volontà della nostra Amministrazione di riqualificare completamente il mercato di Sant’Igino Papa, non “salvarlo” ma farlo rinascere e rivivere; non solo promettere, come in passato è stato fatto, ma concretamente realizzare un nuovo spazio moderno e centrale per l’intero quartiere; già con questa prima parte di interventi, comunque, stiamo restituendo un luogo migliore e sicuro agli operatori e ai cittadini” conclude il post.

 

Più informazioni su