Pulcini (Mun.V): Mobilità sostenibile, necessario meno macchine e più ciclabili

Roma -Dario Pulcini, Assessore alle Politiche Ambientali del V Municipio, è intervenuto giovedì sera in un talk tenuto sulla pagina del gruppo “Va a fa n bene”. Quest’ultimo si tratta di un’associazione del territorio che collabora con molte realtà fra cui anche le istituzioni. L’obiettivo del gruppo è quello di soddisfare le esigenze e i bisogni del quartiere mediante la realizzazione di attività a beneficio della comunità.

Elena e Federico, i ragazzi che hanno moderato il talk, hanno parlato molto dell’utilizzo delle biciclette. Su come incrementare la mobilità sostenibile a Roma, Pulcini ha detto: “Bisogna fare più ciclabili. Noi abbiamo iniziato i lavori per la ciclabile della via Prenestina. Recentemente abbiamo approvato in Assemblea Capitolina la pianificazione per 150 km di nuove ciclabili provvisorie da fare immediatamente per favorire la mobilità sostenibile. A chi è più pigro dico che oggi esistono bici e monopattini elettrici che si stanno diffondendo rapidamente e possono essere una buona opportunità per uscire senza faticare troppo e utilizzare, allo stesso tempo, mezzi sostenibili”.

“Abbiamo acquistato, come Municipio, 46 bici elettriche che abbiamo messo a bando in gestione alle associazioni no profit per fare percorsi culturali, enogastronomici e naturalistici all’interno del territorio così da far conoscere le nostre bellezze presenti. Con negatività si tende a vedere solo quelli che sono i problemi nel Municipio che, sicuramente ci sono, ma abbiamo tutte le energie per risolverli.  Per quanto riguarda la mobilità sostenibile, l’obiettivo è quindi quello di continuare a fare ciclabili. Più persone utilizzeranno la bici e più le ciclabili si faranno perché è la comunità che decide. Se le persone iniziassero a diminuire l’utilizzo delle automobili, le ciclabili diventerebbero automaticamente meno pericolose e ancora più necessarie. Ovviamente costruiremo corsie protette e il nostro impegno continuerà”.

Sempre sul tema mobilità, Pulcini ha aggiunto: “E’ necessario prima di tutto un cambiamento culturale. Amsterdam è stata la prima città in Europa a creare una rete di ciclabili molto estesa e quando la prima Amministrazione della città propose il piano di mobilità sostenibile, ricevette delle grandi contestazioni. Nel territorio abbiamo molte associazioni che sistemano le bici, mi riferisco, per esempio, ai “CicloNauti” che, durante le domeniche ecologiche, prendono le bici che non si utilizzano più e le rimettono a nuovo destinandole all’uso comune. Possiamo immaginare anche delle facilitazioni economiche e a livello governativo si deve investire su questo, così come hanno fatto con le auto elettriche, abbassando i costi e dando incentivi. Se volete darò la disponibilità a portare questa proposta della vostra Associazione alla Sindaca”.