RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Democrazia è rottamare il capo

Più informazioni su

Solo in democrazia il popolo può rottamare il capo, mettendo la croce sul simbolo giusto. La gente lo ha capito e è accorsa alle urne con una affluenza che non si vedeva da tempo, quasi il 70 per cento degli aventi diritto al voto. E ha rottamato il presidente del consiglio, insieme alla riforma costituzionale avventata da lui imposta a un parlamento recalcitrante.

Fa così il padrone di casa, quando ogni tanto licenzia qualcuno della servitù, tanto per ricordare agli altri dipendenti chi è che comanda. E nella casa degli italiani il padrone è il popolo, checché ne pensino gli illuminati, gli ottimati, quelli che sognano di consentire il voto solo a chi fa parte della casta degli intellettuali, possibilmente ben schierati col politicamente corretto, il politicamente di moda, la moda imposta da chi vuole trarne vantaggio a spese di tutti gli altri.

Matteo Renzi

Matteo Renzi

Chi ha votato No ha voluto licenziare un capo di cui non si fidava più, se mai se n’era fidato. E ha voluto buttare nel cestino una riforma costituzionale di cui ha capito poco, ma quel poco era l’essenziale: troppi cambiamenti, troppe modifiche, troppe parole per non sentire puzza d’imbroglio.

La gente, anche quella meno preparata sull’ingegneria istituzionale, la gente che si perde davanti a testi lunghi e complicati, che fatica a seguire le spiegazioni di chi la vuole cotta e di chi la vuole cruda, una cosa la capisce sùbito e meglio dei più avveduti costituzionalisti di lungo corso e di quelli improvvisati: la puzza d’imbroglio. Un odore acre che si avverte anche da lontano. E boccia l’imbroglio e rottama chi lo ha proposto.

Arrigo d’Armiento

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.