RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Riecco la Fornero. Perché ha torto e ha pure ragione

Più informazioni su

La professoressa Elsa Fornero, ministra uscente del lavoro, delle politiche sociali e delle pari opportunità, nota tra l’altro per non amare i giornalisti – escluso il marito, suppongo, che però è anche professore – che non vuole trovarseli mai tra i piedi in Italia, quando si trova all’estero ne approfitta regolarmente per rilasciare interviste ai più prestigiosi fogli locali. A New York ha fatto una mezza eccezione, rilasciando puntigliose e pepate dichiarazioni al corrispondente del Corriere della sera, Massimo Gaggi.

“Noi abbiamo fatto la nostra parte, i politici non hanno fatto la loro” ha detto la Fornero. E ha ragione: i professori hanno fatto la loro parte. Maluccio, ma l’hanno fatta. I politici non hanno fatto la loro, ingannando il tempo a promettere di farla, convinti che bastasse fare un po’ di promesse per fregare Grillo, e invece sono stati fregati loro.

Ma vediamo quale parte hanno fatto (maluccio) i tecnici e quale non hanno fatto i politici. La ministra anche nell’intervista a Gaggi recita la solita tiritera: “dovevamo salvare l’Italia dal baratro e ci siamo riusciti”. Ma no, l’Italia non era sull’orlo del baratro, nonostante gli spintoni della Merkel, e i tecnici, volontariamente o involontariamente, hanno soltanto contribuito nelle spinte. I politici “hanno lasciato a noi le riforme impopolari che non riuscivano a fare. A loro toccavano solo altre due cose prima del voto: la riforma elettorale e quella dei costi della politica. Zero, nulla: un’omissione pagata cara”. E qui la Fornero ha perfettamente ragione: i tecnici le riforme (pensioni, lavoro e tasse) le hanno fatte, anche se peggio di così non si poteva, mentre i politici si sono ben guardati dal cambiare la legge elettorale e dal ridurre i costi della politica, pagando il prezzo più alto: il trionfo di Grillo e dei suoi ortotteri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.