RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Accordo M5S – Centrodestra. Fico alla Camera e Casellati al Senato

Più informazioni su

Il M5S voterà Roberto Fico presidente alla Camera sin dalla prima chiama di oggi. E’ questa l’indicazione che arriva all’assemblea dei gruppi congiunti.

Elisabetta Alberti Casellati per la presidenza del Senato e pollice verso su Roberto Fraccaro alla Camera. E’ la conclusione del vertice Salvini-Meloni-Berlusconi a palazzo Grazioli che ricompatta per ora il centrodestra.

“I leader del centrodestra – si legge in un comunicato congiunto finale- si sono incontrati e hanno concordato di coinvolgere tutte le forze politiche nella delicata fase degli assetti istituzionali dei due rami del Parlamento. Confermano la proposta che consente alla coalizione vincente (il centro-destra) di esprimere il Presidente del Senato e al primo Gruppo Parlamentare (il Cinquestelle) il Presidente della Camera, riconoscendo nel contempo in ciascun ramo del Parlamento un Vicepresidente a ogni Gruppo Parlamentare che non esprima il Presidente.

Prendono atto della disponibilità dei Cinque Stelle di convenire sulle posizioni sopra espresse e di votare un candidato alla Presidenza del Senato di larga condivisione indicato dal centrodestra e sottopongono all’attenzione di tutti i gruppi l’autorevole figura della senatrice di Elisabetta Alberti Casellati”.

Inoltre i leader del centodestra. “invitano il movimento Cinquestelle ad esprimere una candidatura che abbia le medesime caratteristiche di quella proposta dal centro-destra e quindi non pienamente idonea la figura dell’On. Riccardo Fraccaro.

SENATO

SENATO

I leader del Centro-destra confermano che le intese intercorse in questa fase non sono prodromiche alla formazione di un Governo e che non avranno nessuna influenza sul percorso istituzionale successivo per il quale l’indicazione spetterà al Presidente della Repubblica”.

Infine, “confermano che in ogni caso vi è l’impegno di tutte le forze politiche del centro-destra a non ricercare accordi individuali per la formazione del Governo”.

“I leader del centrodestra confermano le intese intercorse in questa fase non sono prodromiche alla formazione del governo e che non avranno nessuna influenza sul percorso istituzionale successivo per il quale l’indicazione spetterà al presidente della Repubblica. Confermano che in ogni caso vi è l’impegno di tutte le forze politiche del centrodestra a non ricercare accordi individuali per la formazione del governo”. E’ quanto si legge in una nota.

 

Più informazioni su