Acea riaccende Basilica Santa Maria Maggiore foto

Roma – Una nuova luce per la Basilica di Santa Maria Maggiore, una delle quattro basiliche papali di Roma, nel quartiere dell’Esquilino. Acea ha scelto San Valentino, il giorno degli innamorati, per mostrare a turisti e cittadini la rinnovata illuminazione della facciata della Basilica: a inaugurarla davanti a decine di spettatori, la sindaca di Roma, Virginia Raggi, l’Arciprete della Basilica Papale di Santa Maria Maggiore, cardinale Stanislaw Rylko, la presidente di Acea, Michaela Castelli e l’assessore alle Infrastrutture di Roma Capitale, Linda Meleo.

L’intervento e’ stato realizzato da Acea con il supporto di Roma Capitale e della Direzione Infrastrutture e Servizi del Governatorato della Citta’ del Vaticano. I lavori sulla Basilica hanno riguardato l’impianto di luci esistente con la sostituzione di 90 proiettori led dei 130 installati, puntati sulla facciata, sul campanile e sulle Cupole Sistina e Paolina, riflettori che erano stati danneggiati negli anni da fenomeni meteorologici avversi. È stata ripristinata, inoltre, anche l’illuminazione della loggia dei mosaici e del portico inferiore.

Durati complessivamente dieci giorni, i lavori hanno richiesto l’impiego di mezzi speciali per il raggiungimento delle vette piu’ elevate della Basilica, ricorrendo a una autogru’ con piattaforma elevabile fino a 70 metri di altezza, essendo il Campanile di Santa Maria Maggiore il piu’ alto di Roma. Per la prima volta, infine, e’ stata illuminata la statua in bronzo della Vergine con bambino posta sulla sommita’ della cosiddetta Colonna della Pace, situata al centro della piazza davanti alla Basilica.

“Sono doppiamente orgogliosa e onorata di essere qui in rappresentanza di Acea, che continua ad accompagnare la citta’ di Roma in maniera silenziosa ma efficace e fattiva”, ha detto Castelli parlando dal palco allestito per l’occasione in piazza di Santa Maria Maggiore. “Questo tipo di illuminazione tecnica e artistica, che non e’ l’unica che abbiamo messo in cantiere quest’anno, valorizza l’immenso patrimonio storico e artistico di questa citta’ e anche l’azienda, di cui andiamo orgogliosi perche’ illuminare bellezze come queste in maniera sostenibile e facendo in modo di valorizzarle, non e’ facile”.

Per Acea, ha concluso la presidente, “che proprio a Roma e’ nata oltre un secolo fa, non potrebbe esserci occasione migliore per rafforzare il proprio legame con la citta’, il suo territorio e i cittadini”. Soddisfatto anche il cardinale Rylko, secondo il quale la nuova illuminazione “evidenzia la straordinaria bellezza di questo antico tempio mariano di Roma”. Per la sindaca Raggi si tratta di “un intervento importante realizzato grazie ad Acea, con cui stiamo mettendo mano alle luci della Capitale sostituendo i punti luce con led e anche rinnovando l’illuminazione dei nostri monumenti, come Campidoglio, Palatino e Fontana di Trevi – ma ce ne sono altri in programma – che spesso la notte restano al buio”, ha commentato.