Quantcast

Acer, Rebecchini: PA priorità prossimo sindaco, risposte certe e veloci

Roma – “Abbiamo incontrato tutti e tre i candidati che sfideranno Raggi e a tutti e tre abbiamo rappresentato noi quelle che sono le soluzioni alle varie patologie di questa città nell’ambito del nostro settore.”

“Loro in questo momento stanno iniziando a esprimersi, se le stanno guardando e ci auguriamo che quanto prima riusciremo a fare un confronto allargato in cui ci vengano a dare quelle che sono le loro indicazioni. Roma necessita di una ripresa molto consistente che ci auguriamo possa essere recepita dai candidati”. Lo ha detto il presidente dell’Acer, Nicolò Rebecchini, intervistato dall’agenzia Dire all’indomani degli incontri dell’Associazione con i candidati a sindaco di Roma alle prossime elezioni comunali.

Quali sono le richieste dell’Acer al prossimo sindaco per far ripartire la Capitale all’indomani della pandemia? “Le richieste sono tante, però alla fine si possono condensare in due parole: pubblica amministrazione. Oggi- ha spiegato Rebecchini- la pubblica amministrazione deve essere governata e deve essere resa efficiente, deve dare risposte certe, univoche e veloci.”

“Fintanto che questo non avviene, fintanto che non si arriva ad avere risposte in pochi giorni lavorativi per una banalissima pratica, come avviene in altre città d’Italia, Roma non potrà mai essere competitiva. Chiediamo questo al sindaco, non chiediamo tanto: all’interno delle regole, all’interno delle certezze devono essere date risposte certe e veloci ai cittadini, alle imprese e al sistema produttivo”.