Quantcast

Acli Roma: bando servizio civile 2022 per 13 giovani

Roma – È stato pubblicato il bando volontari per il Servizio Civile Universale 2021/2022, e anche quest’anno le Acli di Roma aps e l’Us Acli Roma hanno presentato i propri progetti ai quali potranno prendere parte 13 giovani, di età compresa tra i 18 e i 28 anni che potranno così vivere un’esperienza di crescita e di servizio. La loro energia e la loro creatività saranno la spinta per 6 progetti che si svolgeranno sul territorio metropolitano di Roma.

Promozione della cultura della legalità e della cittadinanza attiva, contrasto alla dispersione scolastica, educazione e promozione culturale, sostegno alle donne vittime di violenza, lotta alla dispersione sportiva e al digital divide. Questi gli ambiti su cui i giovani avranno l’occasione di concentrare il proprio impegno. In particolare, i progetti saranno:

– VIVERE BENE E A LUNGO (per 4 volontari): L’obiettivo è fornire strumenti che permettano alle persone anziane di vivere in buone condizioni di salute psicologiche e fisiche e di essere persone attive e non facilmente manipolabili da parte di possibili truffatori.

– ANDIAMO A STUDIARE (per 4 volontari): Il progetto ha come obiettivo quello di contenere il numero degli abbandoni e migliorare i rendimenti scolastici dei giovani studenti (italiani e stranieri) frequentanti le scuole secondarie di I° e II° grado, e quindi -mediamente -di età compresa fra gli 11 e i 17 anni.

– UNA SCUOLA A DIMENSIONE FAMIGLIARE (per 2 volontari): L’ obiettivo è quello di creare all’interno del contesto familiare, situazioni favorevoli e di serenità, idonee a contrastare la povertà educativa e di conseguenza favorire la partecipazione dei giovani ai percorsi scolastici, e garantendo un’opportunità di apprendimento per tutti.

– NO ALLA VIOLENZA DI GENERE (per 1 volontario): Il progetto si propone di favorire l’empowerment delle donne vittime di violenza o anche solo a rischio, attraverso azioni di prevenzione, supporto, informazione, sensibilizzazione e orientamento. L’obiettivo principale è aumentare la conoscenza diffusa del fenomeno e promuovere una cultura di parità e uguaglianza di genere al fine di contrastare il fenomeno della violenza contro le donne.

– SMART GENERATION (per 1 volontario): L’obiettivo specifico del progetto è accrescere la conoscenza, la consapevolezza e l’utilizzo delle opportunità che il web e gli strumenti online offrono rispetto all’esigibilità dei diritti e doveri del cittadino, attraverso il miglioramento del benessere percepito da parte dei destinatari del progetto, l’aumento della conoscenza degli strumenti digitali a sostegno dei propri diritti e doveri e delle competenze digitale di chi ha avuto accesso ai percorsi di “facilitazione digitale” in maniera continua ed il Rafforzamento della capacità di essere cittadini attivi mediante il mondo del digitale.

– GET ACTIVE (per 1 volontario): Nell’ambito del progetto verranno organizzate attività destinate a giovani tra gli 11 e i 24 anni. Nello specifico, attraverso l’organizzazione di tornei e attività sportive si intende contrastare l’abbandono sportivo precoce dei ragazzi e i fenomeni di sedentarietà adolescenziale. Verranno, inoltre, organizzati percorsi informativi/formativi su stili di vita sani, corretta alimentazione e valori educativi dello sport.

I giovani interessati possono presentare la domanda fino alle ore 14 del 26 gennaio 2022. Tutte le info dettagliate sui progetti, sui requisiti e sulle modalità di partecipazione si possono trovare all’indirizzo: https://www.acliroma.it/servizio-civile-2022-scopri-i-progetti-all e-acli-di-Roma/. È previsto per i partecipanti il rimborso spese, come stabilito dal Ministero, e l’impegno è assolutamente compatibile anche con lo studio universitario.

“Il Servizio Civile- dichiara Lidia Borzì, presidente delle Acli di Roma e provincia- è un’esperienza di impegno sociale che rafforza la consapevolezza della responsabilità civica, una vera e propria palestra per l’impegno civico.”

“I giovani che vorranno affrontare questa sfida si troveranno a vivere un anno intenso, che permette di entrare in contatto e aiutare le fasce più fragili della società, e anche una tappa preziosa della propria crescita personale e professionale, visto che spesso è la prima occasione anche per interfacciarsi con un’organizzazione e mettere da parte le prime esperienze in vista di un impiego futuro.”

“Insomma, saranno dodici mesi da vivere tutti d’un fiato nel segno del Bene Comune e noi come Acli di Roma non vediamo l’ora di accogliere i nuovi ragazzi che entreranno a far parte della nostra grande famiglia”. (Agenzia Dire)