Quantcast

Acli Roma, portale dedicato a richieste per Reddito di Emergenza

Più informazioni su

Roma – Un nuovo portale (www.rem2021.it) e’ stato creato dalle Acli per aiutare le persone che hanno bisogno a compilare e presentare la domanda per il Reddito di Emergenza per i mesi di marzo, aprile e maggio, inserito dal Governo Draghi nel Decreto Sostegni tra le misure anti-crisi. Si tratta di un sostegno economico ai nuclei familiari in condizioni di necessita’ e varia dai 1.200 ai 2.400 euro con incrementi nel caso siano presenti in famiglia componenti con disabilita’.

Le Acli di Roma, con i propri servizi di Caf e Patronato, si sono quindi messe subito a lavoro affinche’ il maggior numero di persone possibili possano presentare la propria domanda di REm entro i termini previsti, vale a dire il 30 aprile prossimo.

Il servizio online gratuito, con il nuovo portale dedicato, va ad aggiungersi alla consueta modalita’ per appuntamento in presenza e fa parte dell’azione che le Acli provinciali di Roma hanno messo in campo nell’ultimo anno per cercare di contrastare gli effetti della pandemia.

Una vera e propria task force che da marzo 2020 a marzo 2021, ha permesso a oltre 500.000 persone di essere accolte e assistite telefonicamente grazie agli sportelli di CAF e Patronato e al servizio di Segretariato Sociale. 5.000 sono state le persone raggiunte ogni giorno con i generi alimentari raccolti con il progetto “il cibo che serve”, con circa 120.000 kg di eccedenze alimentari redistribuite (ortaggi, frutta, salumi, pesce fresco, pani e prodotti da forno) e 9.000 pacchi alimentari consegnati, per un totale di 4.700 giornate di servizio di volontariato prestato.

“L’apertura di questo portale- spiegano Lidia Borzi’, presidente delle Acli di Roma e provincia e Paolo Fiumana, direttore Patronato Acli di Roma- e’ un tassello che sicuramente sostiene il nostro modello di azione sociale, il quale non si limita soltanto ad assistere nell’emergenza, ma aiuta ad esigere diritti che possono aiutare ad uscire dalla condizione di disagio estremo.”

“Siamo consapevoli che questo non sara’ uno strumento risolutivo, ma rappresenta sicuramente un aiuto importante in questo difficile periodo, che si sta protraendo sempre di piu’ e che, quindi, mette in difficolta’ sempre piu’ persone”.

Più informazioni su