Quantcast

Aggiornamenti lavori depuratore Tragliatella

Più informazioni su

Il giorno 6 aprile si è tenuta, convocata dal Presidente Palumbo su sollecitazione del consigliere municipale Alessio Cecera, la riunione della Commissione Trasparenza di Roma Capitale, chiamata a verificare lo stato di avanzamento delle reti igienico sanitarie dei comprensori di Tragliatella e Fosso Pietroso.

Ai lavori della commissione ha partecipato quale soggetto invitato anche il Presidente dell’ACRU Tragliata, Diego Pinna, che commenta: “In commissione non era presente l’Assessore Montuori che pur tuttavia ha ritenuto di invitare il Signor Bufalini (pres. del consorzio stradale) come si evince dall’audio registrato in commissione dello stesso Bufalini).

“La singolarità di questo invito sta nel fatto che Bufalini è stato tra i pochissimi invitati all’inaugurazione del cantiere del depuratore da parte di Montuori e della Sindaca Raggi”  – aggiunge Diego Pinna – “dopo le formalità di rito ed una breve interruzione dovuta ad alcune “frasi poco gentili” rivolte dal signor Bufalini al sottoscritto si è entrati nel merito dell’argomento riguardo alla realizzazione del depuratore e l’incaricato di progettazione”.

“ACEA Spa ha comunicato che, contrariamente a quanto previsto a giugno 2021, l’opera vedrà la luce entro la fine del 2022; per quanto riguarda la rete dell’acqua potabile, di fondamentale importanza per la cittadinanza della zona, l’Acea ha comunicato che, pur essendo nel piano investimenti approvato nel 2020 (in realtà risulta presente nel piano approvato nel 2015) la progettazione verrà realizzata tra il 2022 e il 2023 di conseguenza l’avvio dei lavori ragionevolmente non prima del 2024” continua Pinna.

Oltre a questo il Presidente dell’ACRU Tragliata evidenzia che: “l’approvazione dei piano di recupero dei cosiddetti toponimi, bloccata per scelta politica dell’attuale amministrazione impedisce inoltre alla nostra ACRU di raccogliere, nell’immediato futuro, le risorse necessarie per il completamento della rete fognaria e d’altronde la delibera che questa Amministrazione intende portare in approvazione non consentirebbe neanche di utilizzare le risorse attualmente disponibili”.

Infine aggiunge: “Il dipartimento PAU non ha inoltre fornito informazioni sul pagamento dei professionisti, a suo tempo incaricati di predisporre e revisionare il progetto del depuratore, progetto che quindi è stato utilizzato da ACEA senza che nessuno si preoccupasse di liquidare le relative competenze. Tale incombenza è stata scaricata sull’ACRU che ha già ricevuto un decreto ingiuntivo per il pagamento”.

Conclude il consigliere DEM del XIV Municipio Alessio Cecera che ha promosso la convocazione della commissione: “Purtroppo come temevo questa amministrazione sulla questione del depuratore di Tragliatella ha fatto un grande spot, inaugurando un cantiere che poi si è bloccato e la cui fine lavori vengono posticipati di un anno”.

Aggiunge infine: “Sulla progettazione inoltre non ha chiarito come intende procedere per tutelare il lavoro svolto dall’ACRU locale di Tragliata e non ha avviato né finanziato il piano per la rete idrica. La necessità del depuratore nasce proprio dall’esigenza di portare l’acqua potabile nella zona, attualmente sprovvista e rifornita da una cooperativa privata”.

Più informazioni su