Agricoltura, Novelli: istanze territori ignorate da Regione Lazio

Roma – “In questi giorni abbiamo studiato attentamente l’ordinanza regionale che da’ l’avvio alla fase delle riaperture dopo il Covid 19. Devo constatare, mio malgrado, una profonda delusione verso un atto che non mette in luce le problematiche e le necessita’ dei territori che ho segnalato all’Assessorato Agricoltura durante questa fase emergenziale. Ho sempre avuto un atteggiamento costruttivo e propositivo perche’ sono convinto che un Consigliere Regionale d’opposizione debba fare la sua parte nel cercare soluzioni e dare risposte concrete ai cittadini.”

“Constato, pero’, che questa Giunta e’ inerte e poco sensibile alle sollecitazioni delle opposizioni. In buona sostanza l’emergenza Covid e’ stata gestita in maniera arbitraria ed assolutamente solitaria e l’ultima ordinanza regionale va ancor piu’ in questa direzione. La nostra opposizione costruttiva si e’ trovata di fronte il muro della Giunta Regionale. Per quanto concerne le risposte che, in ambito delle mie competenze di Presidente da Commissione, posso invece dare ai cittadini, riprendero’ il lavoro svolto prima dell’emergenza Covid e che ha gia’ portato la Commissione ad essere riconosciuta da piu’ parti come un interlocutore valido, credibile ed affidabile. Ad ognuno, quindi, le proprie responsabilita’, continuero’ a produrre atti formali e vedremo come si comportera’ la Giunta nel prosieguo di questa emergenza”. Cosi’ in una nota Valerio Novelli, Consigliere M5S Lazio, presidente della Commissione regionale Agricoltura e Ambiente.