All’Istituto Comprensivo Montezemolo studenti diventano cittadini digitali

Più informazioni su

Roma – Oggi in collegamento virtuale con gli studenti e gli insegnanti della scuola secondaria di primo grado ‘Giuseppe Montezemolo’ di Roma si e’ tenuta la prima lezione di educazione civica digitale di ‘Crescere Cittadini Digitali’, progetto di Samsung Electronics Italia. Con questa iniziativa Samsung vuole supportare i giovani italiani, cosi’ come i loro genitori ed insegnanti, a crescere come cittadini digitali piu’ consapevoli, in grado di valorizzare al meglio la propria presenza in rete e sui social, restando attenti e coscienti sulle insidie che si nascondono nelle pieghe del web.

La lezione con gli studenti della scuola ‘Giuseppe Montezemolo’, dal titolo ‘Identita’ Digitale’, e’ stata la prima delle 5 previste nel programma di Samsung nelle prossime settimane. All’evento hanno partecipato, Barbara Volpi, Psicologa, psicoterapeuta e PhD in Psicologia Dinamica e Clinica Sapienza-Roma e autrice di numerose pubblicazioni scientifiche sul tema dell’educazione digitale, e Anastasia Buda, Corporate social responsibility Manager di Samsung Electronics Italia.

‘Crescere Cittadini Digitali’ si propone di offrire ulteriori momenti di formazione e arricchimento per le generazioni future, perche’ Samsung e’ consapevole che i giovani di oggi saranno gli innovatori di domani, e cerca di fornire loro tutti gli strumenti, le conoscenze, la creativita’ e l’empatia necessarie per prosperare in un futuro guidato dalla tecnologia.

Oggi si parla di cittadinanza digitale perche’ l’ecosistema digitale si e’ evoluto a tal punto da essere diventato uno dei luoghi che le persone abitano nella loro quotidianita’.

Internet e’ oramai molto piu’ che un mezzo, e’ uno spazio dove i cittadini sono presenti e si mettono in relazione con gli altri e con lo Stato secondo un sistema basato su regole. In quanto cittadini digitali, infatti, si hanno diritti come la privacy, la liberta’ di espressione e la tutela della persona, ma anche doveri attraverso il rispetto di buone norme comportamentali e l’osservanza delle regole.

Dall’identita’ digitale all’importanza dei contenuti, dalla sicurezza dei dati alla sostenibilita’, ‘Crescere Cittadini Digitali’ si rivolge ai giovani studenti italiani per identificare e far comprendere quale sia il ruolo di cittadini consapevoli e responsabili del web.

La guida, cosi’ come le lezioni, si articolano in 5 capitoli, ciascuno curato dal team di Samsung Italia, con il contributo e la supervisione di un esperto di settore. Identita’ digitale con Barbara Volpi, psicologa e psicoterapeuta; Galateo del digitale con il docente e consulente di comunicazione Antonio Deruda; Sicurezza digitale con la supervisione dell’esperto in sicurezza informatica Riccardo Meggiato; Contenuti digitali con il consulente informatico Michelangelo Coltelli e Sostenibilita’ digitale con l’esperto Simone Molteni. Nelle prossime settimane, Samsung diffondera’ i contenuti della guida ‘Crescere Cittadini Digitali’ in tutte le scuole secondarie di primo grado italiane.

“Gli ultimi mesi- commenta Giovanni Barina, Head of Team of Human Resources and General Affairs di Samsung Electronics Italia- tristemente caratterizzati dalla pandemia da Coronavirus, hanno portato le generazioni piu’ giovani in Italia ad utilizzare con maggiore frequenza strumenti come smartphone e tablet, vivendo la dimensione sociale e relazionale in maniera sempre piu’ digitale.”

“Per alcuni di loro si e’ trattato della prima volta, altri utilizzano la tecnologia quotidianamente, alcuni di loro anche eccessivamente e spesso in modo poco consapevole. Partendo da questo presupposto e, avendo sempre bene in mente la visione della Global Corporate Citizenship di Samsung legata al concetto di ‘Enabling People’, ossia ‘abilitare le persone’, per aiutare tutti ad esprimere il proprio potenziale attraverso la tecnologia, e’ nato il progetto ‘Crescere Cittadini Italiani’ e, quindi, la guida di Educazione Civica Digitale.”

“Crediamo che tutti, giovani e adulti, dobbiamo acquisire piena consapevolezza di come funziona l’ecosistema digitale in tutte le sue sfumature. Attraverso questa iniziativa auspichiamo di poter offrire un ulteriore momento di formazione e arricchimento alle generazioni future”.

Più informazioni su