RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Ama: 80.000 tonnellate ingombranti abbandonati raccolte dal 30 dicembre al 4 gennaio

Roma – “Prosegue senza soluzione di continuita’ l’impegno di Ama, d’intesa e in coordinamento con Roma Capitale, per rendere meno impattante sul decoro urbano il deprecabile fenomeno dello scarico indiscriminato e dell’abbandono di rifiuti ingombranti su suolo pubblico”.

“In particolare, dal 30 dicembre 2019 al 4 gennaio 2020, le squadre in servizio su tutto il territorio comunale, con mezzi e attrezzature speciali adatte alla raccolta di tali rifiuti- di piccole, medie e grandi dimensioni, particolari e Raee (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche)- hanno effettuato 878 interventi, rimuovendo e avviando a corretto recupero 80 tonnellate di materiali. Complessivamente, nel 2019, questo servizio dedicato predisposto da Ama ha consentito di rimuovere 5.170 tonnellate di materiali abbandonati illecitamente su aree pubbliche”.

“Nel 2018, erano state 6mila le tonnellate raccolte. Le squadre operano su una pianificazione quotidiana che riguarda il territorio di tutti i municipi, sulla base anche delle segnalazioni inviate dai cittadini attraverso il Numero Verde 800867035 e l’app di Ama. I materiali rimossi vengono poi selezionati e tutti avviati ai centri di trattamento e recupero. La Municipalizzata capitolina per l’Ambiente e’ fortemente impegnata nel combattere fenomeni di incivilta’, fonte di degrado per la nostra citta’, sanzionabili dal ‘Regolamento comunale per la gestione dei rifiuti urbani’ con multe fino a 500 euro”.

“Purtroppo, casi del genere non sono facilmente sanzionabili in quanto occorre cogliere il trasgressore in flagranza di reato. Si ricorda che sono 3 i canali gratuiti messi a disposizione dei cittadini per disfarsi agevolmente di quei materiali che non devono essere assolutamente conferiti nei cassonetti stradali: i Centri di raccolta aziendali aperti tutti i giorni, il servizio di ritiro a domicilio al piano strada per i materiali fino a 2 metri cubi di volume e la raccolta mensile domenicale con ‘Il tuo quartiere non e’ una discarica’. Ama invita tutti i romani ad utilizzare questi canali di raccolta per incrementare le percentuali di materiali da avviare a riciclo e garantire il decoro di Roma”. Cosi’ in un comunicato Ama.