Quantcast

Ama: in primo trimestre differenziata a Roma oltre 46%

Roma – “A Roma, cresce la raccolta differenziata dei rifiuti. Nei primi tre mesi di quest’anno, infatti, sono state raccolte e avviate a riciclo piu’ di 186mila tonnellate di materiali correttamente differenziati, oltre 11mila in piu’ rispetto all’analogo periodo dello scorso anno.”

“La percentuale di materiali riciclabili recuperati si attesta al di sopra del 46% (46,34), oltre 2 punti percentuali in piu’ rispetto al periodo omologo dell’anno scorso e 1 punto percentuale in piu’ rispetto al dato medio (45,28%) registrato nel 2020. In particolare, hanno registrato un balzo in avanti il prelievo dedicato della frazione organica e del verde con oltre 6.600 tonnellate in piu’ rispetto al primo trimestre 2020 (+18,2%) e la raccolta differenziata di carta e cartone con 2.500 tonnellate in piu’ (+8,77%)”. E’ quanto si legge in una nota dell’Ama.

“Tali dati- si legge- testimoniano il grande sforzo profuso dall’azienda, pur in una situazione contingente ed eccezionale per l’emergenza sanitaria da Covid-19 contraddistinta da una forte flessione di turisti e pendolari in citta’ e dalle limitazioni/chiusure prolungate delle utenze non domestiche.”

“Un settore quest’ultimo (in particolare ristoranti, attivita’ di ristoro, bar, tavole calde, mense, ecc.) che incide in modo significativo sulle percentuali di raccolta differenziata che, per le utenze “business” romane, prima della pandemia si attestava stabilmente al 60%.”

“Proprio il fatto che, in un simile complicato contesto e all’interno di un ciclo dei rifiuti ripetutamente caratterizzato da incognite e incertezze, la raccolta differenziata non sia diminuita ma anzi dia segnali di crescita e’ indizio del grande sforzo prodotto”.

“Desidero ringraziare le famiglie romane che si sono dimostrate piu’ virtuose e, con rinnovato impegno e grande senso civico- sottolinea l’amministratore unico di AMA S.p.A., Stefano Zaghis- hanno permesso di incrementare le percentuali complessive di raccolta differenziata, compensando ampiamente la minor produzione di molti clienti business derivante dal periodo eccezionale caratterizzato da prolungate limitazioni e/o chiusure delle attivita’ commerciali.”

“Da gennaio a marzo, infatti, sono stati oltre un terzo in piu’ rispetto all’analogo trimestre del 2020 i materiali correttamente separati dai cittadini romani e conferiti negli appositi cassonetti stradali o bidoncini condominiali per la raccolta differenziata porta a porta”.