Ama: su mezzi e sedi sanificazioni a ciclo continuo foto

Roma – “Ama ha adottato tempestivamente e sta proseguendo a ciclo continuo le misure di massima protezione e contrasto dal rischio di diffusione del virus Covid 19 in tutte le proprie sedi e sui mezzi che devono circolare in citta’ per garantire i servizi di pulizia e raccolta rifiuti essenziali per i cittadini. Negli ambienti di lavoro, nei locali e nelle aree comuni di tutte le strutture che costituiscono il patrimonio aziendale, sia operative sia amministrative, sono stati programmati e si stanno correntemente effettuando interventi mirati di sanificazione straordinaria, con mezzi dedicati e sostanze specifiche, a cui si affianca l’intensificazione delle consuete attivita’ quotidiane di pulizia”. Lo comunica in una nota Ama spa.

“Gia’ dalla prima settimana di marzo, sono scattati interventi di sanificazione presso gli stabilimenti di Rocca Cencia, Salario, Ponte Malnome, Romagnoli e Tor Pagnotta (con relative autorimesse e officine), presso gli impianti di compostaggio di Maccarese e selezione di Pomezia/Laurentina, presso le aree adibite a trasbordo rifiuti del Laurentino e Saxa Rubra e presso le officine decentrate di piazza Bottero (Ostia), viale Palmiro Togliatti, Verano, vicolo Savini e via dell’Ateneo Salesiano. Le operazioni- spiega Ama- interessano ovviamente anche tutte le 55 sedi territoriali di zona dislocate nei diversi quadranti cittadini”.

Il ciclo di sanificazioni riguarda poi “le sedi direzionali Ama di via Calderon de La Barca e via Mosca, gli uffici Ta.Ri. (attualmente chiusi al pubblico) di via Capo d’Africa e via Amenduni, gli uffici amministrativi e i locali di servizio dei Cimiteri Capitolini. In ogni singola sede, produttiva, amministrativa o di corporate, vengono sottoposte a trattamento sanificante tutte le aree di lavoro interessate da flusso e permanenza di dipendenti (uffici, sale riunioni, spogliatoi, bagni, pese, portinerie, aree trasbordo, piazzali, interno officine, magazzini e viali di transito). In considerazione dell’emergenza sanitaria- si legge ancora nel comunicato- Ama ha poi disposto l’intensificazione delle pulizie quotidiane, attraverso l’utilizzo di prodotti igienizzanti, dei rivestimenti, delle pareti, delle pavimentazioni, degli arredi e delle suppellettili all’interno di tutti i locali lavorativi”. E ancora: “Accurate operazioni di sanificazione vengono poi regolarmente effettuate, piu’ volte a settimana, all’interno delle cabine di tutti i veicoli in forza alla flotta aziendale sia pesanti (compattatori adibiti alla raccolta, macchine operatrici degli impianti e trasbordi, ecc.) sia leggeri (spazzatrici, mezzi a vasca, furgoni, auto di servizio, ecc).

Tutti i mezzi operativi sono ulteriormente igienizzati, a ogni cambio turno, mediante l’utilizzo di un apposito kit di disinfezione fornito in dotazione ai lavoratori in servizio. Per ridurre la presenza e l’assembramento dei dipendenti l’azienda, oltre a favorire al massimo il lavoro agile tra gli impiegati, ha infine predisposto varie misure volte ad assicurare il distanziamento interpersonale. A tale scopo, i preposti territoriali sono incaricati di scaglionare la presa di servizio del personale operativo in turno garantendo attacchi e stacchi a distanza di 30 minuti l’uno dall’altro, provvedendo poi a limitare i tempi di sosta e ad assicurare la ventilazione all’interno delle aree comuni”, conclude il comunicato.