Quantcast

Ama, Morassut: dopo cinque anni di fallimenti Raggi deve assumersi sue responsabilità

Roma – “L’area del Centro Carni faceva parte fino al 2008 (anno in cui si concluse l’esperienza amministrativa della Giunta Veltroni) del patrimonio comunale. Su quell’area fu redatto un progetto preliminare di valorizzzione immobiliare per consolidare il Bilancio comunale ma tale valorizzazione non giunse a conclusione per la fine anticipata della consigliatura.”

“Fu, invece, con l’elezione della Giunta Alemanno di centrodestra, che quell’area fu conferita ad Ama uscendo dal registro della Conservatoria comunale. Per la precisione il conferimento avvenne con delibera di giunta e consiglio tra il 2010 ed il 2011”. Cosi’ in una nota il deputato Pd ed ex Assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, Roberto Morassut.

“Se vi sono state valutazioni non congrue o gonfiate, come dice la Raggi— spiega Morassut— vanno quindi ricercate nelle deliberazioni successive al 2008 e attribuibili alla destra. Virginia Raggi dovrebbe conoscere la cronologia e smettere di parlare del passato in modo indistinto.”

“Quanto al presente, registriamo l’ennesimo alibi della Sindaca per sviare l’attenzione dei cittadini dal pessimo stato del servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Roma e dal penoso stato dei servizi cimiteriale che fa vergognare”.

“Dopo cinque anni di fallimenti— conclude Morassut— sarebbe il momento di dare delle spiegazioni congrue ed assumersi qualche responsabilita’ piuttosto che continuare a declinare in modo indistinto e puerile il passato”.