Quantcast

Ama, Pd: Giunta deve assumersi responsabilità e prendere decisioni serie

Più informazioni su

Roma – “Nella seduta congiunta delle commissioni Bilancio-Ambiente, che si e’ svolta questa mattina, si e’ discusso della sospensiva che chiedeva l’asseverazione del Piano industriale e di risanamento avanzata dalle opposizioni.”

“Nel merito, la maggioranza decide di non decidere: la Giunta non si vuole prendere la responsabilita’ dei conti e della gestione catastrofica degli ultimi 5 anni, segnati da molteplici cambi di assessori e management.”

“Anche la richiesta di seguire almeno le indicazioni di riconciliazione di debiti e crediti tra socio Comune di Roma e partecipata, per fugare i dubbi avanzati dall’Oref sul presupposto di legge su cui Ama ha costruito il piano di risanamento, e’ stata declinata.”

“Quella prospettata dalla maggioranza e’ una soluzione in chiave elettorale fragilissima che in breve tempo si potrebbe abbattere sui lavoratori, sulle casse comunali e in termini di servizio sull’intera citta’.”

“Esprimiamo una forte preoccupazione per il futuro dell’azienda. Il piano proposto e’ a nostro avviso superficiale e lacunoso ed espone il Comune a onerosi interventi.”

“Non siamo interessati ad una soluzione di breve respiro ma vogliamo capire fino in fondo se la proposta della maggioranza e’ in grado di permettere ad Ama di crescere e di offrire un servizio migliore per i prossimi 10 anni, assunzioni stabili e definitive e impianti capaci di gestire i rifiuti della Capitale.”

“Insomma, vogliamo un piano che dia continuita’ all’affidamento del 2015 e la faccia diventare una vera e propria industria leader del settore. La Giunta si assuma le responsabilita’ della catastrofica gestione portata avanti finora e dimostri di voler cambiare passo con azioni concrete e realistiche”. Cosi’ in un comunicato il gruppo capitolino del Pd.

Più informazioni su