Ama, Politi-Cerquoni: presentata istanza a Corte dei Conti

Roma – “A dicembre scorso avevamo presentato esposto all’Anac per valutare la conformita’ delle procedure di affidamento diretto per i percorsi di Development e Formazione. Parallelamente oggi presenteremo un’istanza alla Corte dei Conti al fine di valutare l’eventuale sussistenza di profili di responsabilita’ connesse a violazioni di legge in merito alla corretta gestione delle risorse pubbliche.”

“Le determinazioni di affidamento fatte da Ama, relative ad aprile e a giugno del 2020, in particolare, si riferiscono ad una azienda presente, sempre la stessa, anche in atti del 2019, e sempre con affidamenti diretti.”

“Riteniamo che in queste procedure ci sia stata mancanza di trasparenza, anche nelle linee guida di Anac infatti si evidenzia che in materia di contratti sotto soglia, la scelta del metodo per il calcolo del valore di un appalto non puo’ essere fatta con l’intenzione di escluderlo dall’ambito di applicazione del codice, tranne nel caso in cui ragioni oggettive lo giustifichino.”

“Vista la pluralita’ di tutte le attivita’ riconducibili ad Ama in qualita’ di societa’ in house di Roma Capitale, e pertanto a tutte le procedure di affidamento che le sono in capo, sottolineiamo l’importanza di assumere procedure nel piu’ ampio rispetto della gestione delle risorse pubbliche”. Cosi’ in un comunicato Maurizio Politi, capogruppo Lega in Assemblea Capitolina e Flavia Cerquoni, dirigente Lega Roma.