RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Ammodernamento Roma-Lido: firmata convenzione, lavori al via nel 2021

Più informazioni su

Roma – E’ stata approvata il 21 febbraio 2019, e firmata da pochi giorni, la convenzione tra Regione Lazio, ministero dei Trasporti, Rfi ed Atac, in quanto ente attualmente gestore, per l’ammodernamento della Roma-Lido. Il documento contiene lo schema degli interventi previsti con il relativo cronoprogramma: la linea diventera’ una sorta di metropolitana urbana con passaggio di un treno ogni 6 minuti, e nuovi convogli, entro l’inizio del 2023. Per lo storico trenino che collega Piramide ad Ostia e’ il momento della svolta.

L’intervento, gia’ finanziato con 180 milioni, sara’ portato avanti dalla Regione Lazio in modo del tutto autonomo rispetto a quanto si ipotizza di fare nell’ambito del progetto del nuovo stadio della Roma. I lavori saranno assegnati nel secondo semestre del 2020 ed i cantieri dovrebbero aprirsi nei primi sei mesi del 2021 per concludersi tra la fine del 2022 e l’inizio del 2023, ma l’iter si mettera’ in moto gia’ il prossimo mese di giugno con la validazione del progetto definitivo e poi con l’avvio delle procedure di gara per l’assegnazione dei lavori. I primi cantieri che si apriranno saranno quelli per le opere civili di linea nelle stazioni, con un importo e’ di 2 milioni di euro.

Seguiranno i lavori per il rinnovo dell’armamento dell’intera tratta, compresi i deviatoi. Qui si parla di 40 milioni necessari. Il 1 giugno dovrebbe essere la data di inizio delle attivita’ che porteranmno, all’inizio del 2021, alla cantierizzazione per le recinzioni lungo la linea, alla realizzazione delle barriere fonoassorbenti (in questo caso sara’ impegnato un milione) e al risanamento e della sostituzione delle canaline portacavi, per un importo di 9 milioni.

Congiuntamente partiranno anche altri importanti interventi: si va dal potenziamento e risanamento della linea elettrica di contatto e dalla realizzazione di un nuovo sistema di scatto nelle sotto stazioni elettriche, per cui saranno impegnati 14 milioni, all’aggiornamento del sistema di segnalamento e telecomando mediante il rinnovo del posto centrale di Acilia, con l’installazione a terra e sui treni che ne sono privi delle specifiche apparecchiature, finanziato con altri 8 milioni.

Con altri 4 milioni si procedera’ all’implementazione di un sistema di supervisione e telecomando di tutti gli impianti non di sistema, nonche’ dei sistemi per il controllo dei viaggiatori e l’informazione all’utenza con il nuovo posto centrale di Acilia. Con 3 milioni si procedera’, poi, al collegamento con un cavo di media tensione delle sotto stazioni elettriche delle fermate Colombo e Lido centro e all’aumento generalizzato della potenza delle varie sotto stazionui da parte di Acea.

Infine con 40 milioni sara’ costruito un nuovo deposito-officina per la sola Roma-Lido, da realizzare nell’area dello scalo merci della fermata Lido Centro. Parallelamente sono gia’ partite le procedure per il rinnovo per parco treni. La spesa prevista e’ di 59 milioni, risorse che serviranno a comprare 5 nuovi convogli di tipo metropolitano con 6 casse intercomunicanti e a rinnovare, con interventi di manutenzione straordinaria, i 9 treni Caf e i 10 MA200 attualmente in circolazione.

I finanziamenti, in totale 180 milioni, arrivano dal Fondo di sviluppo e coesione infrastrutturale 2014-2020 e sono poi stati assegnati alla Regione Lazio con la delibera del Cipe 54 del 2016. La convenzione e’ stata gia’ pubblicata nella Gazzetta regionale. Se tutto andra’ come previsto, dunque, nel giro di pochi anni la Roma-Lido, da peggiore linea ferroviaria d’Italia secondo le classifiche pubblicate ogni anno da Legambiente, potra’ trasformarsi in un servizio di tpl moderno ed affidabile, ulteriormente migliorabile nella frequenza, che comunque sara’ migliorata come detto ad un treno ogni 6 minuti, con l’arrivo di altri nuovi treni, oltre a quelli gia’ previsti nella convenzione, a carico dell’As Roma nell’ambito del progetto per il nuovo stadio della Roma.

Parallelamente i comitati ed i cittadini continuano a chiedere l’integrazione della Roma-Lido con la rete metropolitana cittadina trasformando la linea nella nuova Metro E. Questo pomeriggio alle 18, proprio per questo motivo, si terra’ alla stazione di Acilia un sit in organizzato dai comitati MetroXRoma e Salviamo la Metro C a cui hanno adertito decine di associazioni, blog e comitati di vario tipo oltre alla Cgil.

L’ammodernamento contenuto nella convenzione da un lato avvicina il servizio a quello di una metropolitana, dall’altro mette in atto una serie di interventi tecnici che potrebbero confermare la natura “ferroviaria” e non metropolitana della linea. Ma per i comitati c’e’ tempo e modo per armonizzare gli interventi e portare a casa sia l’ammodernamento che Roma-Lido che la sua trasformazione nella linea E Jonio-Ostia.

Più informazioni su