Anni di Piombo. Targa in memoria magistrato Tartaglione, ucciso da Brigate Rosse

Roma – “Il 10 ottobre del 1978 Girolamo Tartaglione, magistrato in servizio presso la Direzione generale degli affari penali del Ministero di Giustizia, veniva ucciso dalle brigate rosse all’interno del condominio in cui risiedeva in viale delle Milizie 76. Tartaglione aveva profuso il suo impegno professionale nella giurisdizione penale ed era conosciuto come uno dei maggiori esperti europei del diritto penale, della criminologia e, soprattutto, del diritto penitenziario”. E’ quanto si legge in una nota della Regione Lazio.

“Proprio in questo delicato settore- prosegue il comunicato- egli si era speso con passione per rendere sempre piu’ effettive l’umanizzazione della pena e il reinserimento sociale dei detenuti. A distanza di quarantadue anni dal sanguinoso attentato in cui perse la vita, la Regione Lazio e la Sezione Distrettuale dell’Associazione Nazionale Magistrati promuovono sabato 10 ottobre alle 11 una cerimonia per l’apposizione di una targa in ricordo di Girolamo Tartaglione, all’interno del condominio di viale delle Milizie 76.”

“L’idea, come spiega il Procuratore della Repubblica di Tivoli Francesco Menditto, nasce dagli stessi condomini: ‘Nella scala di fronte alla mia del palazzo in cui abito e’ stato ucciso il collega Girolamo Tartaglione mentre tornava dal lavoro. Con tutti i condomini abbiamo ritenuto doveroso ricordarne il sacrificio come monito per oggi e domani. Ritengo importante che alcuni giovani residenti nel palazzo ricorderanno il giudice ucciso dedicandogli alcuni brani musicali'”.

Gianpiero Cioffredi, presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalita’ della Regione Lazio, ha aggiunto: “L’identita’ della nostra Repubblica e’ stata drammaticamente segnata dagli anni del terrorismo, per sconfiggere il quale la Magistratura ha fornito un contributo decisivo, cosi’ come, accade oggi per il contrasto alla criminalita’ mafiosa, duramente perseguita dall’azione decisa di Magistrati e Forze di Polizia. Per questo ci onora che i condomini si siano rivolti a noi per contribuire alla realizzazione di questa cerimonia in ricordo di un magistrato che credeva fermamente nei valori della Costituzione”.

Alla cerimonia parteciperanno Alessandro Capone, nipote del giudice Tartaglione, Francesco Menditto, Procuratore della Repubblica di Tivoli, Emilia Conforti, Presidente della Sezione Distrettuale dell’Associazione Nazionale Magistrati, il Generale Michele Sirimarco, Comandante della Legione Allievi Carabinieri, Antonio Battiati, Presidente dell’Associazione Girolamo Tartaglione, Rodolfo Lena Presidente della I Commissione del Consiglio Regionale del Lazio, Teresa Maria Zotta, Vice Sindaco della Citta’ Metropolitana di Roma Capitale, Emiliano Monteverde, Assessore del Primo Municipio e Gianpiero Cioffredi, Presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalita’ della Regione Lazio.