Aree giochi, Bordoni: Raggi toglie sigilli senza sanificazioni?

Roma – “Aree gioco e infanzia la Raggi dopo aver perseguitato per mesi, anche con incursioni che l’hanno resa protagonista a favore di telecamera, chiunque tentava di avvicinarsi alle postazioni ricreative nei parchi di Roma e’ arrivata a chiuderle e nastrarle perche’ pericolosi vettori del contagio ma adesso si starebbe andando verso un’ordinanza ‘via libera tutti’. ‘Non si possono usare le strutture ludiche perche’ non sono sanificate’, era il mantra della sindaca che si scontrava con il paradosso, a detta dello stesso Comune, di essere sul territorio in un numero tale da non poter essere sanificate. Ma adesso rimossi i sigilli cosa succede, la prassi sara’ far finta di niente? La pandemia e’ ancora in corso e non siamo scesi a contagi zero. Tanto rumore per nulla e troppi nastri stesi per niente, si riapre solo dopo che il peggio e’ passato e senza aver sanificato”. Cosi’ in un comunicato il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni.