Quantcast

Argentin: barriere architettoniche, Roma città ‘con handicap’

Roma – “Abbiamo superato le guerre mondiali, stiamo provando a sconfiggere la pandemia, ma e’ possibile che nel 2021 non si riesca pero’ a progettare ed eliminare le barriere architettoniche nella citta’ di Roma? Non e’ possibile che la sindaca Raggi e il suo delegato per l’handicap facciano finta di niente su questo gravoso problema che rende la nostra citta’ ‘handicappata’.”

“Buche, semafori sonori per non vedenti pochi o rotti, fermate metro inaccessibili, ascensori guasti da anni nelle case Ater, cassonetti sopra i marciapiedi con relativa mondezza, autobus con pedane quasi sempre guaste, cartelli pubblicitari che impediscono il passaggio delle carrozzine, insomma: la capitale d’Italia e’ inaccessibile ai disabili.”

“Sindaca faccia qualcosa! Si occupi meno di inaugurare tutto cio’ che puo’ facendo la sua campagna elettorale e si ricordi che tutti i disabili hanno diritto alla mobilita’. I disabili pagano le tasse come tutti gli altri cittadini, ma non possono beneficiare dei servizi della citta’, questo e’ gravissimo”. Lo dichiara in una nota il Presidente dell’associazione Aida onlus e Alm Ileana Argentin.