Articolo Uno: Metro C opera infinita, mobilità calpestata

Roma – “Altra proroga e slitta la consegna. Quando eravamo ROMA si costruiva il Colosseo in meno di dieci anni, per la metro C siamo al fine lavori mai. Una linea ancora ferma a San Giovanni con un passaggio di treni ogni 9 minuti, molto piu’ lento delle ferrovie regionali”. Cosi’ in una nota segretario regionale del Lazio di Articolo Uno, Riccardo Agostini.

“Sono tra le 10 e le 20 le linee di metropolitana nelle grandi citta’ europee. Ma a ROMA no, a ROMA le linee sono due e mezzo e piu’ i tempi si allungano, piu’ il divario infrastrutturale aumenta- spiega Agostini- Ora si parla del 2024 per vederla completata, forse. I finanziamenti del Recovery Fund non possono essere sprecati in lungaggini burocratiche e tempi di costruzione infiniti”.

Per l’esponente di Articolo 1 “serve una legge speciale per la mobilita’ di ROMA che garantisca i tempi di costruzione delle infrastrutture e che snellisca l’intreccio di aziende che popolano il Tpl romano.”

“C’e’ bisogno subito di una Agenzia unica della Mobilita’ regionale partecipata anche dal Comune di ROMA e dall’Area Metropolitana con il compito di pianificare, controllare e gestire i contratti di servizio”.

“Poi- conclude Agostini- organizzeremo la sinergia delle varie Aziende del Tpl pensando anche alla realizzazione di una azienda unica”.