Quantcast

Asl Rm 2: assistenza medica per 375 profughi afghani in alberghi

Roma – “A seguito dell’arrivo in due alberghi presenti nel territorio della Asl Roma 2 di circa 240 persone rifugiate e in fuga dalla guerra dell’Afghanistan è stata costituita una equipe aziendale multidisciplinare (medici ed infermieri afferenti a diversi Servizi-Uoc Tutela degli Immigrati e Stranieri, Home Care Covid, Coordinamento drive in e strutture Alberghiere Protette, Servizio Farmaceutico) per la gestione integrata dei bisogni della popolazione ospitata”. Così, in una nota, l’Asl Roma 2.

“A partire dal giorno 24 agosto, gli operatori della Asl si sono recati quotidianamente presso le strutture per la valutazione socio-sanitaria di tutti gli ospiti e gli eventuali approfondimenti clinici alle persone con particolari bisogni sanitarie, compresa la necessità di farmaci per terapie in atto”, spiega la Asl.

“Nell’ambito della collaborazione in essere con l’equipe mobile dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù è stato garantito un approfondimento specialistico per neonati e i bambini. Nel corso delle visite mediche è stata individuata una donna con una gravidanza a termine per la quale è stato attivato in collaborazione con dei volontari della Croce Rossa, un percorso sanitario ad hoc che si è concluso con la nascita, presso l’Ospedale, di una bella bambina di più di 3 kg di peso”.

“Sono stati effettuati i tamponi molecolari a tutti gli ospiti delle due strutture alberghiere, ed è stata attivata, a partire dal 28 agosto, la sorveglianza sintomatologica per la rilevazione precoce di sintomi Covid correlati- continua la nota- E’ stata infine organizzata l’offerta attiva della vaccinazione Covid-19 direttamente presso le strutture per gli ospiti eleggibili e in questa occasione sono stati rilasciati dagli Sportelli Polifunzionali Cup circa 70 codici Stp”.

“Tutti gli interventi hanno beneficiato del Servizio di mediazione linguistica-culturale garantito dalla Cooperativa Ceis nell’ambito del Dipartimento di salute mentale e dei progetti con finanziamento europeo Fami- conclude la Asl- In data odierna (30 agosto) è stato svolto il primo intervento a favore dei 135 ospiti arrivati presso la terza struttura alberghiera della Asl Roma 2”.