Quantcast

Asl Rm 6: dopo emergenza si continua ad affrontare Long Covid

Roma – Prosegue a grande ritmo l’attività dell’ambulatorio Long-Covid nel presidio di Genzano della Asl Roma 6. Il servizio si occupa di valutare, curare e monitorare le conseguenze e gli esiti delle forme più gravi di polmoniti da Covid-19 in pazienti che sono stati ricoverati per lunghi periodi presso reparti Covid e terapie Intensive. Oltre la valutazione e l’assistenza, anche psicologica, si programma l’eventuale inserimento in percorsi di cura.

L’equipe- rende noto la ASL- è composta da: pneumologi, internisti, geriatri, fisioterapisti, infermieri, psicologi. In circa un anno di attività dall’apertura dell’ambulatorio Long-Covid sono state eseguite ben 857 prime visite e 1.531 seconde visite coadiuvate da prove strumentali.

Nell’anno in corso sono stati visitati circa 20 pazienti nella fascia d’età 16-25 anni: si tratta di pazienti prevalentemente non vaccinati, nei quali persistono i sintomi da long covid quali astenia, dispnea, dolori muscolari diffusi.

Presso il Presidio Long- Covid Asl Roma 6 vengono eseguite, a discrezione dello specialista, le seguenti prestazioni: Emogasanalisi-Prelievo arterioso Spirometria globale Diffusione alveolo-capillare Monitoraggio cardio-respiratorio completo Monitoraggio transcutaneo della Saturazione Ossiemoglobinica dinamica e notturna Ecografia polmonare È stato elaborato un PDTA specifico (Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale).

Al momento della dimissione dal reparto di degenza Covid, gli utenti individuati idonei a seguire il percorso di cura Long Covid verranno indirizzati e segnalati alla struttura. A seguito di ricovero Covid i pazienti potranno accedere anche mediante impegnativa del medico di medicina generale e prenotazione della visita mediante Cup. (Agenzia Dire)