Atac, Fit-Cisl: intesa su assunzioni autisti e operai

Più informazioni su

Roma – “Grazie all’intesa sul piano industriale firmata con Atac nel 2017, che prevedeva l’assunzione totale di 660 autisti, abbiamo siglato il 3 marzo con l’azienda un accordo che prevede il reclutamento di un secondo scaglione di 330 conducenti, che si aggiungono ai 250 gia’ impiegati lo scorso anno. Inoltre, a causa delle carenze di organico dovute alle fuoriuscite legate a Quota 100 e a una serie di promozioni, saranno assunti 82 operai, che si aggiungono ai 150 dello scorso anno. La ‘macchina’ industriale ricomincia quindi a funzionare, mentre quella burocratica va a rilento: e’ inaccettabile che la delibera della giunta comunale tardi ancora ad arrivare, rischiando addirittura di compromettere il piano industriale”. Cosi’ in un comunicato il Segretario Regionale responsabile del dipartimento Mobilita’ della Fit-Cisl del Lazio Roberto Ricci.

“L’iter negoziale portato avanti negli ultimi anni con il management- spiega il sindacalista- e il sacrificio dei lavoratori per il risanamento dell’azienda, hanno portato all’attuale risultato: quando la delibera della giunta lo permettera’, Atac potra’ assumere altro personale, garantendo cosi’ l’occupazione e una migliore qualita’ del servizio. La Cisl ha la formazione nel suo dna- prosegue il sindacalista- per questo, come Fit del Lazio offriremo corsi gratuiti di preparazione ai test aziendali per il reclutamento agli operai, mentre gli autisti saranno scelti in base alla graduatoria esistente . Lo stesso vale per chi vorra’ partecipare al bando per l’assunzione di 150 autisti in Cotral, anch’esso frutto di un accordo e di una trattativa che sta dando risultati impensabili fino a qualche anno fa”.

Più informazioni su