Quantcast

Atac: su 11mila dipendenti solo un caso di allergia a sanificazioni

Più informazioni su

Roma – “Un articolo pubblicato da un quotidiano, probabilmente a causa di informazioni non corrette, riporta di una ‘curiosa’ reazione di allergia di alcuni dipendenti Atac alle attivita’ di sanificazione che l’azienda, come le altre che operano nel settore, conduce con costante impegno da oramai oltre 12 mesi senza aver registrato ad oggi alcuna controindicazione.”

“Per correttezza nei confronti degli oltre 11.000 lavoratori che e’ giusto ricordarlo sono costantemente al lavoro dall’inizio della pandemia e garantiscono la continuita’ del servizio nonostante non sia stato loro riconosciuto il diritto di essere inclusi negli ordini di priorita’ nella somministrazione di vaccini, si sottolinea che ad oggi si registra un solo caso di un lavoratore che ha dichiarato una situazione di patologia collegata, sempre secondo dichiarazione di parte, all’utilizzo di sostanze impiegate nelle attivita’ di sanificazione, tanto sui mezzi quanto nei locali aziendali.”

“Ovviamente Atac ha preso in carica la segnalazione, investendo del problema il servizio di medicina del lavoro, al quale sono state anche consegnate le schede dei prodotti utilizzati. Il lavoratore, nel rispetto delle norme (compresi specifici accordi sindacali) vigenti in azienda, e’ stato collocato in aspettativa con riduzione della retribuzione”. Lo scrive in una nota Atac.

Più informazioni su