Aula dice no a installazione stazione radio base in Municipio XIV

Roma – “In aula Giulio Cesare abbiamo approvato una mozione per fermare i lavori inerenti all’installazione di una stazione Radio Base per telefonia mobile nel Municipio XIV, cosi’ come richiesto dai cittadini residenti in localita’ ‘Cerquette Grandi’. Benche’ la mozione presentata da Fdi possa ritenersi ormai largamente superata – perche’ questa amministrazione sta gia’ da tempo lavorando sul tema e siamo ormai vicini alla sua soluzione – abbiamo deciso di esprimere in ogni caso parere favorevole perche’ riteniamo pienamente accoglibili le richieste mosse dai cittadini a cui abbiamo dato seguito con fatti concreti”. Lo scrive su Facebook la consigliera capitolina del M5S, Donatella Iorio.

“A tal proposito- prosegue la consigliera- corre l’obbligo di ricordare quanto fatto finora: all’argomento avevamo gia’ dedicato due sedute della commissione Urbanistica nel mese di luglio, a margine delle quali avevamo provveduto a sollecitare l’assessorato e gli uffici del dipartimento Programmazione e Attuazione urbanistica attraverso una nota urgente con la quale, riportando il parere unanime della commissione, si chiedeva di intraprendere rapidamente l’iter di verifica dell’autorizzazione rilasciata attraverso il silenzio assenso. In seguito ci siamo costantemente aggiornati sullo stato di avanzamento delle verifiche, avviate da parte degli uffici, e sugli esiti delle stesse verificando l’eventuale sussistenza di presupposti per procedere alla revoca dell’ autorizzazione, o al suo annullamento in autotutela”.

“In queste ore per via Gavi si sta predisponendo la dd di revoca dell’autorizzazione. Anche questa volta- conclude Iorio- non ci interessano i meriti ma il raggiungimento di obiettivi che riteniamo giusti. L’importante e’ aver tutelato i cittadini, aver messo la loro salute prima di tutto. Colgo l’occasione per ringraziare nuovamente i residenti di questa zona che hanno sollevato la questione perche’ hanno a cuore il territorio in cui vivono e sono sempre attenti a quanto succede”.