RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Aurelio-Irnerio: Decoro Day VI

Più informazioni su

Aurelio-Irnerio: Decoro Day VI
Amministratori, comitati e cittadini del Municipio 18 hanno pulito piazza Irnerio, staccato manifesti e cartelli pubblicitari abusivi, ripulito giardini e aiuole e piantato alberi e fiori. Il presidente Giannini ha staccato un manifesto del suo partito: “Dobbiamo essere i primi a dare l’esempio.”

Sabato 5 maggio 2012
Questa mattina si è svolta a Piazza Irnerio la sesta giornata del decoro del Municipio 18. L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra la Presidenza del Municipio e alcuni comitati anti degrado di Roma, si ripete con cadenza mensile dallo scorso 12 novembre.
Dalle 10 alle 13, circa 40 volontari si sono adoperati per spazzare i marciapiedi e i cigli delle strade, la piazzetta intorno all’edicola, le aiuole prossime all’incrocio, la vicina fermata dell’Atac, un piccolo giardino pubblico al civico 54, e un’area recintata all’incrocio con via Boccea, da tempo segnalata dai residenti come ricettacolo di immondizia e vegetazione spontanea. Coordinati dal presidente del Municipio 18 Daniele Giannini, i volontari, con scope, pale, guanti da lavoro e spatole, hanno prestato la loro opera anche rimuovendo le affissioni pubblicitarie abusive e gli adesivi da pali, cartelli stradali, muri e arredi vari della zona.
Oltre ai semplici cittadini, che hanno risposto all’appello del Municipio 18 e dei comitati organizzatori, erano presenti: operatori dell’Ama (con due spazzatrici e un furgone per la raccolta dei rifiuti e dei residui vegetali raccolti); rappresentanti istituzionali di Roma Capitale (il consigliere Alessandro Vannini) e del Municipio 18 (i consiglieri Nicola Sacchinelli, Vincenzo Moccia, Alessandra Consorti, Michelangelo Chinni, Raimondo Fabbri, Eleonora Nalli, e l’assessore al commercio Giuseppe Consorti; rappresentanti dei comitati anti degrado organizzatori dell’iniziativa (“Basta Cartelloni – Francesco Fiori”, “Cittadinanzattiva” e “Riprendiamoci Roma”).
Due particolari interventi hanno assunto una particolare importanza e un valore simbolico rispetto agli scopi della giornata: la piantumazione di due lecci e una pianta di rose sullo spartitraffico di piazza Irnerio, caratterizzato da impianti irregolari di cartelloni pubblicitari spesso rimossi dal XVIII; e la defissione di alcuni manifesti politici apposti in mattinata su un cassonetto per la raccolta di abiti usati: rimozione operata dal presidente Giannini in prima persona, nonostante il manifesto fosse firmato dal suo stesso partito.

“Lo scopo del Decoro Day è di stimolare il senso civico dei cittadini e promuovere il rispetto per gli spazi pubblici del territorio – dichiara in proposito il presidente del Municipio 18 Daniele Giannini – “Noi amministratori dobbiamo dare per primi l’esempio di questo rispetto che chiediamo ai cittadini. Invito i miei colleghi di partito a dare disposizioni nette alle persone che incaricano di affiggere manifesti, affinché usino gli spazi regolamentari e autorizzati. Del resto nell’era di internet e dei blog ci sono altri modi di comunicare le proprie idee senza danneggiare l’ambiente e l’estetica di quella che deve tornare ad essere la più bella città del mondo. Chi chiede la fiducia dei cittadini non può essere il primo a tradirla sporcando le strade. È un gesto semplice, doveroso e gratuito, che però rende Roma più degna del suo nome e fa risparmiare molto denaro alla pubblica amministrazione. Ringrazio di cuore i cittadini volontari e i rappresentanti dei comitati che sono intervenuti; senza di loro il messaggio di impegno e civiltà del Decoro Day non avrebbe la stessa forza.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.