Quantcast

Autismo, D’Amato: con vaccinazione mettiamo in sicurezza più caregiver e persone fragili

Roma – “Oggi, in occasione della giornata mondiale sull’autismo, siamo al policlinico di Tor Vergata dove sono in corso le vaccinazioni. Per noi si tratta di un impegno molto importante e un segnale di attenzione. Mettiamo in sicurezza i piu’ fragili e i loro caregiver/genitori”. Lo ha detto l’assessore alla sanita’ della Regione Lazio, Alessio D’Amato, intervenendo presso la struttura romana, per l’occasione colorata di blu.

Caratterizzata da molte altre tonalita’, la mostra ‘Tutti i colori del lockdown che voi cervelli nella norma vi siete persi’ e’ allestita negli spazi della galleria centrale del policlinico di Tor Vergata. Una raccolta di opere realizzate dal giovane artista dal cervello ribelle Tommy.”

“Sulle pareti ecco comparire le immagini di un’enorme balena rossa circondata da pesci gialli, marroni, rosa e arancioni. Le fanno compagnia due gabbiani in volo nel cielo e a un sole abbagliante. Due i protagonisti di un altro disegno: su sfondo verde simile ad un prato un medico sorridente e’ intento a somministrare il vaccino ad un bambino.”

“Anche il piccolo ha dipinto sul volto un dolce sorriso, mentre un gatto grigio li osserva con un ghigno incuriosito. E poi ancora quadri che ritraggono altri mici, topolini, pecore, elefanti, case, alberi, fiori, bottiglie, frutta, verdura e perfino un dinosauro. E’ il mondo del giovane artista, che usa davvero tutti i colori, compresi il bianco e il nero, per pitturare i propri pensieri e sconfiggere, cosi’, la pandemia da Covid.

“La giornata di oggi e’ un’occasione per fare un punto sul primo mese di vaccinazione anticovid a persone autistiche e i loro caregiver, considerato che il policlinico di Tor Vergata e’ stato l’apripista in Italia a somministrare il vaccino alla categoria dei ‘fragilissimi’ neurodiversi e alle persone che in famiglia si occupano di loro. Per tale emergenza e’ stato messo a punto un particolare protocollo che tenesse conto delle loro esigenze”, ha commentato il direttore generale del policlinico Tor Vergata, Giuseppe Quintavalle.

Quella capitolina e’ una delle numerose iniziative in programma oggi in Italia per sensibilizzare le persone sull’autismo e su tutto cio’ che comporta. Tra queste, l’illuminazione di blu dei palazzi delle istituzioni e il rinnovamento del sito istituzionale dell’osservatorio nazionale autismo (Ossna) dell’Istituto superiore di sanita’.

Anche il piccolo schermo tende una mano al mondo della disabilita’ mentale. Lo fa attraverso ‘L’Odissea’, film-documentario diretto dal regista Domenico Iannacone, che sara’ trasmesso in prima serata su Rai3.

La giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo, istituita nel 2007 dall’assemblea generale delle nazioni unite, vuole sottolineare la necessita’ di sviluppare politiche sanitarie, educative e sociali atte a incrementare i servizi e migliorare l’organizzazione delle risorse a supporto delle famiglie.

Come ha dichiarato António Guterres, segretario generale dell’Onu, “le persone con autismo hanno il diritto all’autodeterminazione, all’indipendenza e all’autonomia, nonche’ il diritto all’istruzione e al lavoro su base di uguaglianza con gli altri”. Diritti che hanno subito una brusca sospensione a causa della pandemia da Covid che, di fatto, ha ostacolato i sistemi e le reti di supporto alle famiglie stesse.

Fanno pero’ ben sperare le parole della ministra per le Disabilita’, Erika Stefani, che al policlinico di Tor Vergata ha dichiarato: “L’autismo e’ consapevolezza e impegno che coinvolge tutti e che deve andare oltre l’oggi. Occorre costituire una rete per fare inclusione, per garantire continuita’ nel sostegno alle famiglie, non solo fino alla maggiore eta’, per non lasciare solo nessuno”.