Azione: in Municipio VII un solo ufficio demografico per 320mila abitanti

Più informazioni su

Roma – “Code lunghissime, attese interminabili e assembramenti inevitabili: e’ quello a cui ho assistito stamattina visitando gli uffici del VII Municipio a piazza di Cinecitta’, attualmente l’unica sede municipale dell’Ufficio demografico”. A denunciarlo e’ Paola Pieravanti, esponente di Roma VII in Azione e responsabile cittadina Scuola, che stamattina si e’ recata in sopralluogo negli uffici municipali di piazza di Cinecitta’.

E questo, ha spiegato Pieravanti, “nonostante la mozione votata all’unanimta’ dall’Assemblea capitolina che intimava alla presidente Monica Lozzi di riaprire gli uffici di via Fortifiocca. Una mozione ignorata dalla minisindaca, con il risultato che l’unica possibilita’ di ottenere un certificato per gli oltre 320mila abitanti del Municipio, considerando l’acquisizione di Torre Spaccata della scorsa settimana, e’ quella di recarsi nell’unico ufficio attivo, quello appunto di Cinecitta’.”

“Con risultati prevedibili: anziani e disabili costretti ad attendere ore, con i dipendenti impossibilitati a distribuire piu’ di dieci numeri alla volta alle persone in attesa, imbufalite, costrette ad assembrarsi nei corridoi per non perdere la priorita’ acquisita. Cari concittadini, questo e’ il modo in cui veniamo trattati da chi amministra la citta’: l’unica soluzione e’ ‘entrare in Azione’, perche’ abbiamo bisogno di politici capaci, competenti, seri e che sappiano gestire i processi. Entriamo tutti in Azione e sosteniamo Carlo Calenda”, ha concluso l’esponente di Roma VII in Azione.

Più informazioni su