Quantcast

Baglio-Palumbo: amministrazione disponga ritiro in autotutela bando mense

Roma – “L’amministrazione comunale disponga l’annullamento in autotutela del bando per l’affidamento del servizio di refezione scolastica che avra’ la durata di un anno. Una gara che, per come e’ stata impostata, avra’ drammatiche e inevitabili ripercussioni sia sulla qualita’ dei pasti sia sui livelli occupazionali”. Lo dichiarano in una nota il presidente della Commissione Trasparenza Marco Palumbo e la consigliera comunale Pd Valeria Baglio.

“Questa mattina nel corso della commissione Trasparenza convocata sul tema- prosegue la nota- sono emersi ulteriori dubbi su questa gara che il Campidoglio deve aggiudicare nei prossimi giorni. Gia’ nutrivamo forti perplessita’ sia relativamente al costo medio per pasto, che e’ stato ridotto a circa 4,2 euro in media, sia per quanto concerne la tutela dei lavoratori, che con questo costo di servizio rischiano di veder ridotti i loro salari. Nel corso della seduta, sindacati e lavoratori hanno anche denunciato varie irregolarita’ perpetrate dalle attuali aziende che gestiscono il servizio di refezione, dove i pasti non rispettano in molti casi i livelli di qualita’ richiesti e dove spesso i lavoratori sono costretti a lavorare piu’ ore di quelle retribuite per garantire la continuita’ del servizio nelle scuole. Viste le anomalie della attuale gestione del servizio anomali che saranno accertate ci auguriamo che l’amministrazione voglia ritirare questo bando e rivedere drasticamente il costo pensato per ogni pasto, affinche’ venga davvero garantita la qualita’ del servizio e vengano assicurati i dovuti controlli sulle aziende affidatarie”.