Baglio-Piccolo: ennesimo teatrino tra Zaghis e Cinque Stelle

Roma – “Lo scontro in commissione capitolina Ambiente tra i membri M5S della commissione e l’amministatore unico di AMA, Stefano Zaghis, e’ l’ennesimo teatrino inconcludente. Dopo 4 anni di giunta Raggi si scopre che Ama per il ‘Porta a Porta’ non ha risorse sufficenti e per poter continuare su quell’indirizzo politico si dovrebbe aumentare la TARI. Nessun passo avanti sull’aumento della raccolta differenziata e la riduzione della produzione dei rifiuti come aveva piu’ volte annunciato la Sindaca. Marcia indietro anche sulle isole ecologiche: dopo 4 anni nulla di nuovo, siamo ancora alla delibera Tronca ferma dal 2015.”

“Inoltre, dall’informativa dell’amministratore Zaghis, non risultano fondi per nuovi impianti di trattamento e che per affrontare l’emergenza Covid-19 l’azienda ha sostenuto costi extra Tari per 1,5 mln di euro. Dal servizio ‘PAP’ vengono cancellate anche zone servite da 7 anni e che avevano inaugurato la nuova politica dei rifiuti con l’amministrazione Marino. L’unica iniziativa in cui si appassiona la sindaca Raggi e’ la guerra ai cosidetti ‘zozzoni’ che dalla provincia verrebbero a scaricare immondizie a Roma.”

“Tutti i nodi di una politica inconcludente, sbagliata e dannosa stanno venendo al pettine: si sono persi 4 anni tra litigi, cambi di assessori e di manager. Oggi Ama di fatto e’ in un vicolo cieco, senza prospettive e senza progetti di sviluppo e con una situazione finanziaria grave, mentre il Campidoglio e’ senza indirizzi ed incapace di varare un piano efficace e moderno sui rifiuti della capitale. L’unico atto di riciclo cui mira la sindaca Raggi e’ la sua inaccettabile riproposizione”. Cosi’ in una nota le consigliere del PD capitolino, Valeria Baglio e Ilaria Piccolo.