RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Baglio-Piccolo: ghigliottina e gogna strategia Raggi su Ama

Roma – “La strategia di destabilizzazione della giunta Raggi sull’azienda dei rifiuti della Capitale e’ a l’insegna di ‘ghigliottina e gogna’. Dopo aver nominato e poi decapitato per ben 6 volte in soli tre anni e mezzo di governo i vertici di Ama, con un record di durata media pari a sei mesi per CdA, ecco farsi strada la fase peggiore della strategia della giunta Raggi: quella della ‘gogna mediatica’ contro i lavoratori. Il turn over forsennato di amministratori unici o delegati di questi mesi ha reso vano ogni possibile piano aziendale di Ama, aprendo la strada alla piu’ grave emergenza sanitaria della citta’ negli ultimi decenni.”

“Ora la sindaca, per coprire le sue inefficienze, prova a ricorrere ad una vera e propria ‘gogna mediatica’ contro i dipendenti della municipalizzata tentando di additarli come gli unici responsabili del disastro ambientale. Da quando e’ stata chiusa la discarica di Malagrotta, non certo per merito della sindaca Raggi, l’amministrazione pentastellata ha cancellato i progetti e i finanziamenti per la realizzazione di nuovi impianti gia’ programmati.”

“Le soluzioni alternative avanzate da Raggi e dai suoi Assessori sono rimaste sulla carta e si sono rivelate del tutto effimere. La Giunta Raggi, in questi tre anni ha portato i rifiuti in diverse localita’ italiane e finanche europee senza riuscire a produrre alcun piano per l’autosufficienza della Capitale per lo smaltimento e la chiusura completa del ciclo. La sindaca Raggi ancora oggi, dopo aver tanto criticato il vecchio piano industriale, non e’ riuscita a produrne uno nuovo e le sue incapacita’ vorrebbe riversarle sui dipendenti di Ama.”

“Non ammette, invece, che troppe volte gli operatori lavorano in condizioni precarie, emergenziali e di pericolo per la loro salute rischiando, peraltro, di essere aggrediti. Al contrario, irresponsabilmente, la Sindaca Raggi si fa promotrice di un appello in una trasmissione televisiva comunicando di aver istituito un numero verde allo scopo di segnalare i lavoratori poco inclini al proprio dovere. Siamo di fronte ad un fatto gravissimo che aumenta le lacerazioni tra i lavoratori dell’azienda e il governo della citta’.”

“Istituzionalizzare la ‘gogna’ e’ l’ultima frontiera di una sindaca disperata che cerca di fuggire alle proprie responsabilita’ e del tutto incapace di trovare soluzioni, incitando solo all’odio contro i lavoratori”. Cosi’ in un comunicato le consigliere del Pd capitolino Valeria Baglio e Ilaria Piccolo.