RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Bagnacani: finché sarà fattibile nostri Tmb saranno funzionali

Roma – “C’e’ solo un modo gestionale serio per rispettare la citta’ e i conti dell’azienda: gli impianti vengono utilizzati fino a quando sono aperti, perche’ non utilizzarli significa creare un danno che poi pagano i cittadini perche’ questi rifiuti non trattati nei nostri impianti finiscono da soggetti terzi che noi paghiamo”. Cosi’ il presidente di Ama, Lorenzo Bagnacani, nel corso di una conferenza stampa.

Non solo i tmb di Ama vanno utilizzati fino a quando sara’ possibile ma secondo Bagnacani vanno fatti marciare a una velocita’ superiore rispetto a quella attuale: “Abbiamo aumentato l’utilizzo di questi impianti ma mai oltre la portata autorizzata. Abbiamo fatto passi in avanti ma andrebbe fatto ancora qualcosa in piu’ rispetto al dato di targa”.

E ancora: “In una citta’ che non ha autosufficienza nella gestione del rifiuto indifferenziato e deve rivolgersi a terzi pagando per questo, mi potete spiegare perche’ avendo questi due impianti non li debba usare per la potenzialita’ che hanno? Perche’ nella storia di Roma questi impianti sono stati sottoutilizzati rispetto alla loro capacita’ quando il problema principale di Roma era non avere autosufficienza nella gestione dei rifiuti?”.