Quantcast

Battisti: depositata legge per restituzione Iva su assorbenti

Roma – “L’IVA al 22% su prodotti indispensabili per l’igiene femminile come assorbenti, tamponi e coppette mestruali e’ una tassa gravemente ingiusta: e’ la stessa applicata agli oggetti di lusso.”

“L’Italia deve conformarsi agli altri Stati, basti guardare all’esempio di Gran Bretagna, Germania, Francia, Portogallo, Olanda: nella gran parte dei Paesi occidentali l’IVA e’ al minimo, se non addirittura completamente abolita; Scozia e Irlanda li distribuiscono in maniera gratuita, mentre in Italia viene applicata l’IVA piu’ alta.”

“Per questo ho depositato oggi, nella giornata internazionale della donna, una proposta di legge regionale che ristori questa grande ingiustizia. Pur non potendo agire direttamente sull’imposta in quanto non di competenza regionale, intendiamo fornire alle giovani donne dai 14 ai 35 anni con Isee inferiore ai 20.000,00€ un bonus assorbenti di 20,00€ annui da richiedere tramite apposito portale regionale”. Cosi’ in un comunicato la consigliera regionale Pd, Sara Battisti.

“Le stime- spiega- ci dicono che le spese annue medie per l’IVA sugli assorbenti sono all’incirca di un massimo di 20,00€. La scelta di limitare il numero delle possibili richiedenti e’ stata purtroppo dettata dall’ingente somma di cui avremmo dovuto disporre riguardando il provvedimento un milione e quattrocentomila donne nel Lazio.”

“Sono state proprio le donne le piu’ colpite dalla grave crisi pandemica da Covid19: i dati sull’occupazione e sulle carenze a livello di welfare sono significativi. Le giovani non possono piu’ pagare per scelte errate che continuano ad essere perpetrate; la Regione Lazio con questo gesto sara’ la prima ad eliminare questa grave ingiustizia.”

“Auspico che presto il Governo Draghi faccia una scelta di equita’ portando l’IVA al 4%. Ci tengo a ringraziare l’ex assessora al Bilancio della Regione Lazio, Alessandra Sartore con cui ho lavorato al testo, e il vicepresidente Daniele Leodori che ha prontamente accettato la sfida di introdurre il bonus e il Presidente Nicola Zingaretti, che ha sostenuto la proposizione della PL. Ora contiamo di lavorare quanto prima alla definitiva approvazione della Legge”.