Quantcast

Benvenuti: da Raggi nessun divieto per botti Capodanno, eppure inquinamento aria alto

Roma – “Siamo già al 27 dicembre ed ancora  la Sindaca Raggi non ha assunto nessuna decisione in merito in merito al  divieto dell’utilizzo dei botti per festeggiare il Capodanno. Questa volta chiediamo che il divieto venga firmato in tempo e non nella tarda serata della giornata
del 29 come lo scorso anno quando già la maggior parte ha no acquistato il materiale pirotecnico ed inoltre chiediamo che venga ampliato anche ai bengala, fontane, bacchette scintillanti, trottole girandole luminose che potrebbero causare pericolosi incendi a causa della presenza diffusa in strada di cumuli di rifiuti non raccolti, soprattutto intorno ai cassonetti.”

“Non solo, l’elevato livello di inquinamento presente nella Capitale ad oggi, con  le Stazioni di monitoraggio della qualità dell’aria a Roma  Fermi e Tiburtina, stanno  rilevando  livelli di PM10 superiori al limite vigente e  chiaramente l’inquinamento potrebbe aumentare ancora di più proprio per un diffuso utilizzo dei fuochi d’artificio”.

È quanto  dichiara Piergiorgio Benvenuti, Presidente Nazionale  del Movimento Ecologista ECOITALIASOLIDALE . “Da parte nostra, come ogni anno, Ecoitaliasolidale sta invitando i cittadini a non utilizzare i”botti”, attraverso la tradizionale iniziativa denominata   “ANCHE LO SPUMANTE FA IL BOTTO”, invitando tutti a festeggiare brindando alla mezzanotte della fine dell’anno con il solo botto dello spumante  ponendo l’accento sul pericolo dell’utilizzo dei botti e le relative conseguenze.

In modo specifico per quelli   “Made in China”, che essendo prodotti fuori ogni norma di sicurezza e solitamente finalizzati per spettacoli pirotecnici di più ampie proporzioni, possono creare danni anche gravi a chi li utilizza e chi si trova nella traiettoria dell’esplosione. Ma non solo, ribadiamo  che tale utilizzo comporta il conseguente raddoppio del livello di polveri sottili PM10, con rischi per la salute dei cittadini ed in particolare di coloro che soffrono di asma e patologie respiratorie, soprattutto per persone non più giovani, quindi per l’inquinamento che viene prodotto”.

“Ed altresì il nostro appello di non utilizzarli è collegato anche ai danni che si possono provocare agli animali domestici come cani e gatti, in quanto per loro è un evento eccezionale che può causare infarti e danni irreversibili all’udito e all’orientamento”. “Risultano altresì estremamente pericolosi  i magazzini illegali dove vengono stipati ingenti quantitativi di materiale pirotecnico senza alcuna forma di sicurezza, come sono pericolosi i tanti petardi inesplosi -prosegue Benvenuti-  presenti nelle strade il giorno successivo al Capodanno che rischiano di andare a finire nelle mani soprattutto dei giovani i quali molto spesso tentano per gioco  di riaccenderli”.

“Trascorriamo le Feste in Serenità e’ il nostro appello, senza inquinare e correre inutili pericoli , per noi e per i nostri amici a quattro zampe. A chi amministra ora la Capitale – conclude Benvenuti- chiediamo la firma dell’ordinanza anti-botti per tempo e questa volta esteso alle semplici girandole per non incorrere in pericolosi incendi,  per non aumentare l’inquinamento e chiedendo come auspicio per il nuovo anno che venga finalmente pulita la città”.