RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Bilancio 2013, Cattoi: “Investire sulle nuove generazioni una priorità assoluta”

Più informazioni su

“Il bilancio approvato ieri conferma che per l’Amministrazione capitolina investire sulla formazione delle nuove generazioni è una priorità assoluta. Non abbiamo effettuato infatti alcun taglio per la scuola, alla quale vanno anzi 13 milioni di euro in più, circa  il 9%, rispetto all’anno passato, un risultato tutt’altro che prevedibile fino a pochi giorni fa”. Queste le parole dell’assessora alla Scuola Alessandra Cattoi per commentare il bilancio previsionale 2013 varato ieri dalla Giunta capitolina, con quasi un anno di ritardo rispetto ai tempi previsti.

“È un risultato molto importante – prosegue Cattoi – perché in un momento in cui si chiedono sacrifici per risanare le casse del Comune, siamo riusciti ad evitare la scure in uno dei settori nevralgici per i cittadini di domani. Nel budget, ad esempio, sono stati destinati oltre 85 milioni di euro per le mense scolastiche per assicurare un livello di eccellenza nella refezione, garantendo prodotti sani e di provenienza certificata. Sono invece più di 50 milioni i fondi impegnati per gli asili nido in convenzione, in concessione e in project financing, che si aggiungono ai circa 185 milioni stanziati per i nidi a gestione diretta.

L’assistenza sui bus scolastici, per i bambini normodotati e diversamente abili, ammonta a più di 8 milioni di euro, che si aggiungono ai circa 20 milioni previsti per il trasporto vero e proprio. Cifre importanti finalizzate a una sempre maggiore efficienza del servizio.

Di grande rilevanza, infine, il fatto che venga mantenuto il livello degli investimenti per il sostegno ai bambini disabili, per i quali ho sempre ribadito la volontà di non operare alcun taglio.

Il nostro obiettivo per il futuro è di migliorare ulteriormente la qualità e la fruibilità dei servizi scolastici evitando al contempo sprechi e inefficienze. In quest’ottica – conclude l’assessora –valuteremo la possibilità di razionalizzare la spesa in vista del bilancio 2014”.

Più informazioni su