Quantcast

Bordoni: anno orribile per trasporto pubblico Roma

Roma – “Non c’e’ due senza tre, cosi’ per manutenzione ordinaria, dopo Barberini e Baldo degli Ubaldi il 30 dicembre si chiude questo annus horribilis del Trasporto Pubblico romano con uno stop forzato anche all’importantissima stazione di Cornelia. Ogni volta che una fermata della Metro di Roma chiude la vita di un intero quadrante del nostro territorio viene compromessa in maniera determinante”.

“Tre fermate interdette all’utenza sulla stessa linea della Metro A e’ un vero scandalo. Il danno al Commercio e alla viabilita’ cittadina inflitto nel 2019 e’ incalcolabile. Barberini e’ l’emblema delle promesse mancate e non riaprira’ nemmeno Natale, su Baldo degli Ubaldi pesa gia’ l’incertezza mentre Cornelia e’ uno snodo importantissimo trovandosi in prossimita’ del capolinea di decine di autobus”.

“Chi gestisce la mobilita’ della Capitale evidentemente non si sposta utilizzando i mezzi pubblici altrimenti non adotterebbe simili politiche. È mai possibile che non si possa lavorare su alcune scale e lasciare altre funzionanti per evitare il blocco completo? Solo ieri la ferrovia Roma-Lido e’ stata valutata come la peggiore d’Italia, in questo disastro la sindaca ci dica quando riapriranno le stazioni, dia garanzie chiare sulla tempistica e sull’iter, basta chiacchiere inutili”. Cosi’ in un comunicato il consigliere capitolino Davide Bordoni.