Quantcast

Bordoni: nonostante parere Tar Comune sfratta Lazio Nuoto

Roma – “Lazio Nuoto sotto sfratto. Il Campidoglio ha deciso di precludere l’uso dell’impianto della Garbatella alla societa’ Polisportiva nonostante un parere favorevole del Tar riguardo l’annullamento della gara di affidamento. Gestita per diversi anni dalla Lazio, la piscina di viale Giustiniano Imperatore e’ stata riassegnata ad un’altra societa’ penalizzando cosi’ per ragioni squisitamente economiche un’offerta tecnico-sportiva di comprovata eccellenza, testimoniata, tra l’altro, dalle vittorie dei pluripremiati atleti biancocelesti.”

“La diffida in pieno agosto e lo sfratto entro i primi di settembre da parte del Comune dimostra solo che si vuole procedere a tappe forzate per far desistere la Lazio Nuoto dalla sede di storica appartenenza. Un modo di fare sbrigativo con modalita’ poco chiara per una vicenda legale ancora in corso. La Capitale ospitera’ gli Europei di nuoto nel 2022, un contesto che richiede da ora uno sforzo congiunto tra Istituzioni, societa’ e preparatori atletici in cui dovremmo dare piu’ serenita’ ai nostri ragazzi e ai contesti migliori”. Cosi’ in una nota il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni.