Bordoni: piano foglie arretrato e mezzi insufficienti

Roma – “Piano Foglie, l’Ama inizia pulizia strade ma l’arretrato e’ troppo perche’ il Comune si fa vivo solo con interventi straordinari ma i mezzi a disposizione sono pochi e insufficienti.”

“Con la giunta Raggi si tenta sempre di correre ai ripari quando siamo gia’ in emergenza con interi quartieri e il lungotevere invasi di foglie non raccolte mentre a Roma torna l’esasperazione da allagamenti che puntualmente si ripetono sempre negli stessi posti a ogni piccolo e grande acquazzone”. Cosi’ il vicepresidente della commissione Ambiente, Davide Bordoni (Lega), constatando lo stato delle strade nella Capitale che in questo periodo dell’anno si ritrovano ad essere un pericoloso mix di guano, fogliame che copre le buche e ottura i tombini nei giorni di pioggia.

“Si va verso l’inverno e la citta’ deve proteggersi da eventuali altri disastri ma l’Amministrazione- dice Bordoni- avrebbe dovuto attivare gia’ a ottobre un intervento straordinario di pulizia delle foglie e della sporcizia accumulata sui tombini ma, da fonti stampa, apprendiamo come sia lo stesso personale dell’Ama a lamentare spazzatrici mal funzionanti e abbandono di molte zone per assenza di pianificazione di un piano foglie attivato in estremo ritardo.”

“Ne chiederemo conto ai grillini, pertanto presenteremo un’interrogazione per sapere se il Comune ha risorse sufficienti per attuare in breve tempo la programmazione di tutti gli interventi che sono stati promessi”.