Quantcast

Borghi: problemi di Roma vengono anche da egoismo cittadini

Più informazioni su

Roma – “Le cose peggiorano. Tutti sanno che io sono un romano atipico, nel senso che ho un odio e un amore molto forte nei confronti della mia citta’ e delle amministrazioni. Ci sono dei problemi nella gestione di Roma, e questo lo dico da molto tempo. Una parte importante delle problematiche derivano dai cittadini stessi, dall’approccio che hanno, dal fatto di non ascoltare gli altri, pensare a se stessi e a considerare sempre e soltanto le cose che li riguardano in prima persona”. Alessandro Borghi, durante la conferenza in streaming di ‘Suburra 3′, si e’ raccontato e ha svelato il sul suo rapporto con la Capitale.

“Il mio punto di vista su Roma ultimamente non e’ positivo- ha puntualizzato- ma sono positivo sul cambiamento delle persone, non la vedo una cosa impossibile. Credo che ci siano moltissimi essere umani che abbiano la giusta voglia e gli strumenti giusti per arrivare ad un nuovo livello di gestione di questa citta’.”

“Sicuramente per primi dobbiamo pensarci noi, partendo dalle piccole cose che ci riguardano ed arrivare ad essere una cosa sola: e questo vale per l’immondizia per strada, andare sul set e vale per un sacco di altre cose. Ci sono dei problemi, ma se ti guardi intorno ti accorgi che non sono problemi soltanto di Roma, ma dell’Italia e di un sacco di altri Paesi, alcuni di questi adesso stanno votando”.

L’attore ha poi concluso: “Credo che in tutto questo casino enorme sia sempre molto importante capire le fonti a cui attingere per fare informazione e per essere informati, e questo non smettero’ mai di dirlo. E’ diventata una corsa a chi dice per prima qualcosa piuttosto a chi dice la cosa vera, interessante e formativa. Nell’era dei social questa cosa non ce la possiamo piu’ permettere”.

Più informazioni su