Quantcast

Cacciatore: progetto Stadio della Roma era insostenibile, revoca neppure necessaria

Roma – “Perché questa revoca del pubblico interesse arriva dopo tanti caparbi ‘facciamo lo stadio’ da parte della Giunta e dell’Assemblea capitolina? E perché la si approva proprio in questo momento, quando il progetto è stato già da tempo ritirato da parte della stessa società sportiva AS Roma? In altre parole, a chi giova tutto questo?”

“Al di là dei trionfalismi di maniera, trovo inspiegabile questa revoca dopo anni passati a sostenere che avrebbe determinato risarcimenti esosi. Mera campagna elettorale come al solito? Spero non sia peggio ancora.”

“Ad ogni modo è dimostrato già da tempo che il progetto era insostenibile. La revoca neppure serviva: dato che la variante non esiste, non possono sussistere diritti in capo a nessun soggetto privato”. E’ quanto si legge in una nota del Marco Cacciatore (Europa Verde) Presidente Commissione X Urbanistica, Politiche abitative, Rifiuti Regione Lazio.