Quantcast

Calabrese: Michetti vuole bigliettaio su autobus, ma costi troppo alti

Roma – “Il programma di Michetti è sempre più strampalato. Il candidato sindaco del centrodestra continua con la proposta di reintrodurre il bigliettaio a bordo. Idea ovviamente insensata che, se fosse stata Virginia Raggi a proporla, sarebbe stata massacrata da tutti. Invece la fa il centrodestra e nessuno contesta.”

“Come ho già detto in passato, gli introiti derivanti dalla vendita dei biglietti a bordo sarebbero nettamente inferiori al costo del personale aggiuntivo. Inoltre noi abbiamo già ottenuto ottimi risultati nella lotta all’evasione tariffaria con le misure adottate negli ultimi anni, escludendo ovviamente il 2020 (che non fa testo perché il Governo ha sospeso i controlli per via dell’emergenza sanitaria).”

“Sia nel 2018 che nel 2019 abbiamo avuto dati molto positivi e un numero di sanzioni pagate molto più alto rispetto al passato”. Così il vicesindaco e assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Pietro Calabrese, su Facebook.

“Insomma- aggiunge Calabrese- aggiungere ora 6mila dipendenti in più ad un’azienda che, per altro, è in concordato, non avrebbe proprio alcun senso. Strano poi che il centrodestra voglia introdurre controlli di questo tipo sui bus, e si dimentichi invece di fare proposte simili per un settore come l’urbanistica.”

“Al nostro arrivo abbiamo trovato il nulla più assoluto per quanto riguarda le opere pubbliche previste dai programmi urbanistici: quelle private invece erano state tutte realizzate. Guarda caso, però, il centrodestra di questi temi non parla mai. Chissà perché”.