Quantcast

Calenda: accordo sotto banco tra M5S e Fdi per farci fuori da cariche

Roma – “Abbiamo assistito al solito accordo sottobanco M5S-Fdi con la scusa da parte della destra che noi abbiamo detto ‘votate Gualtieri’. I Cinque Stelle, come noto, sono un punto di riferimento dei progressisti però votano con Fdi: la situazione è piuttosto kafkiana ma era scontato”. Lo ha detto il leader di Azione e consigliere capitolino, Carlo Calenda, a margine dei lavori della prima seduta dell’Assemblea capitolina, commentando il voto per l’elezione dell’ufficio di presidenza dell’Aula.

In un tweet successivo, Calenda è tornato sull’argomento: “Accordo all’Assemblea capitolina tra Fdi e M5S per spartirsi le cariche consiliari. La logica è la seguente: siccome i 5S, alleati del Pd, non hanno appoggiato Gualtieri, Meloni gli regala vicepresidente e presidente della commissione Expo. La politica della Meloni per Roma”.